“L’irragionevolezza dell’addio” di Maria Cristina Adragna

211166

L’ IRRAGIONEVOLEZZA DELL’ ADDIO

Il mio cuore
è un partigiano
che inneggia
alla resistenza,
sul fronte desolato
del tuo gelido distacco,
irregolarmente si schiera
contro una volontà ineludibile,
ma regolarmente
si danna per
l’irragionevolezza dell’addio.

E adesso che il tormento
si incanala nelle vene,
vorrei riuscire a preservarlo
da tutti gli emboli di nostalgia,
se avesse un’arma
si difenderebbe
nelle trincee della speranza,
e invece soccombe
nella convinzione
di non averti
mai dato abbastanza.

Maria Cristina Adragna

Previous articleAmazon, Facebook, Google acquisterebbero i crediti Superbonus?
Next articleLe avventure di Carlo Monterossi
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here