L’attore James Franco in Calabria

222697

Hey Joe il nuovo film di Claudio Giovannesi, interpretato dall’attore americano James Franco, arriva in Calabria per girare alcune scene nel nostro territorio.
Il set sarà ospitato a Pizzo Calabro e a Villaggio Mancuso. In scena, dunque, le bellezze del mare calabrese nella sua declinazione tirrenica, gli iconici paesaggi di Villaggio Mancuso nella Sila catanzarese.
I luoghi e la natura della Calabria si confermano dunque perfetti set naturali per storie e ambientazioni del grande cinema e l’audiovisivo diviene modo efficace per realizzare azioni di promozione e marketing territoriale e per presentare luoghi e bellezze di una Regione incantevole. Le riprese si svolgeranno in Calabria per due settimane, fino al 10 dicembre.
Hey Joe è una produzione Palomar con Rai Cinema e Vision Distribution con il supporto di Calabria Film Commission.

Sinossi
New Jersey, US, 1971.
Dean Barry, un veterano americano che ha abbandonato una ragazza incinta a Napoli dopo la guerra, quando riceve un telegramma con la notizia che lei è morta, decide di tornare in Italia per conoscere il figlio.
Dean crede sia possibile colmare venticinque anni di assenza, ma il figlio ormai è un uomo ed è cresciuto nella malavita.

 

Previous articleIl destino siamo noi
Next articlela barchetta di carta
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here