Pregando il sole di eclissarsi per un minuto,
ho trovato un accordo con le nubi,
verseranno lacrime per alleviare il mio dolore…

Stolto mi chiamò al suo ritorno,
spiegando che l’amore è gioia illuminante,
luce per una nuova via.

Quel giorno promise di colorare sempre di rosso,
tutte le mie future albe.

Articolo precedenteDonna, nata libera
Articolo successivoTe ed Io come sorelle gemelle – (Parte 30a-FINE)
Pino Gaudino
Sono Giuseppe Gaudino, lavoro come operatore socio- sanitario presso un centro per diversamente abili. Il mio percorso letterario prende ispirazione dalla malinconia che circonda qualsiasi forma d’amore, quando l’energia vitale che il dolore infonde nell’anima diventa la strada per rinascere e giungere alla propria serenità interiore. Amo scrivere. Ho pubblicato un libro di poesie dal titolo “Se perdi il filo segui il cuore “, arrivato al secondo posto della IXa edizione 2020 del Premio Letterario Nazionale "Un libro amico per l’inverno". Con grande soddisfazione una mia poesia - "Destino senza meta" - è risultata vincitrice del Premio di Poesia e Narrativa “Città di Arcore 2019”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui