La leggenda d’amore della “Bella Mbriana”.

La tradizione popolare napoletana racconta di una bellissima principessa, tanto bella e tanto infelice, e del suo amore mai vissuto.

Un amore così forte ed assoluto che, una volta perso, aveva lasciato in lei il vuoto totale.

La bella principessa travolta dalla smisurata passione, cadde in una forte disperazione che le fece smarrire e perdere la ragione.

La fanciulla era impazzita e la sua pazzia l’aveva condotta a vagare per i vicoli di Napoli, come un’ombra, alla ricerca di qualcosa o di qualcuno ,che mai trovò.

Il Re, suo padre, disperato, per proteggerla, decise di ricompensare anonimamente, tutti coloro che aprivano la loro casa alla sua povera figlia, impietositi dalla sua infelicità.

Nasce così la leggenda della misteriosa figura femminile che dimora nelle abitazioni napoletane e le protegge.

Per il popolo napoletano, lei è lo Spirito della casa e assicura benessere e salute a chi ci abita.

E’ difficile vederla o incontrarla, lei appare solo per qualche istante e se un occhio umano la intravede, si trasforma in un geco o si nasconde tra le tende smosse dalle folate del vento.

Così anche chi non crede alle leggende, pensa che salutare la Signora quando si entra in casa è una buona azione: un semplice “Buonasera Bella Mbriana”!

VENTO DELLA SERA

Agosto veste la sera
dei magici colori
e dei rumori della calda estate.

Un’ombra sui muri
lenta avanza
in cerca
del suo grande perduto amore.

Sobbalza ad una luce accesa
e come vento
dietro le tende scompare.

È grande la sua pena
lei merita grande rispetto
soffre per la mancanza d’amore.

Non farle mai mancare
il tuo saluto
quando a casa rientri.
Una carezza di felicità.

Antonella Ariosto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui