Ciascuno ha una lirica che occupa un posto d’onore nei meandri dell’anima.

Quando la scrissi capii subito che avrebbe goduto, almeno per ciò che concerne il mio stato emozionale, di grande privilegio. Una delle mie favorite. 

DI ME

Innamorati di me,
non governo le emozioni,
sono incline all’abbandono
dei miei sensi, so donarmi.

Ho tentato flebilmente
di placare l’ingordigia,
l’indomabile esigenza
di un amore esasperato.

Se domani ti implorassi
di seguirmi, salperesti?
Ho ancorato il mio vascello
ove alberga ogni tua onda.

So sfidare le maree
più burrascose, nuoto a stento,
ma ho assistito al gran declino
del timore, con te a fianco.

Poco o nulla sai di me.
Per esempio disconosci
i bizzarri paradossi
delle mie contraddizioni.

Redarguisco duramente
l’alter ego delirante,
rinsavisco brevemente,
poi riabbraccio la follia.

Innamorati di me,
potrai sempre far ritorno
alla tua malinconia,
con addosso il mio sorriso…

Articolo precedenteIl mistero di Villa Fortuna (Parte 3a)
Articolo successivo“Sorella notte” di S. Mirabella
Maria Cristina Adragna
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui