Incontro con la modella Amina Ladymya

210692

Amina.Ladymya, la nuova Venere nera in passerella.

È sbagliato pensare che il mondo della moda si basi solo sull’effimero, sull’estetica.

Quello che definisce un settore professionale sono tutte le persone che vi ruotano intorno e che lo rappresentano.

Molti professionisti riescono a creare sinergia tra l’aspetto umano e quello commerciale del marketing. Una professionista che in pochi anni è riuscita ad avere un posto nel settore della moda e ha mostrato il lato umano di quel mondo patinato, è Amina Seck.

Meglio conosciuta con il suo nome d’arte Amina Ladymya, è una modella di origine senegalese che vive da qualche anno in Italia.

Oltre alla sua bellezza, Amina Ladymya ha da subito mostrato di avere un Cuore che batte e pulsa per fare del bene.

Lo scorso anno ha ideato un progetto sociale per aiutare i senzatetto in vista del Natale.

Il nome del suo progetto era Fashion 4 Homeless, per dare pasti caldi, coperte, indumenti invernali a tutti i senza tetto.

Ma non solo il lato materiale dell’aiuto a chi vive ai margini della società, anche un abbraccio, un sorriso a chi vive da solo e povero.

Il primo lavoro di Amina è stato alla giovane età di sedici anni.

Nata e vissuta in Senegal, ha iniziato a confezionare abiti per una clientela che da subito ha apprezzato il suo stile.

Aiutata dalla famiglia, il papà è uno psichiatra e proprio lui ha fatto conoscere ad Amina il lato della società lontana dal loro mondo, cioè malati, disabili, poveri…

Al suo progetto ha aderito anche Armani.

L’abbiamo vista la scorsa settimana sul Red carpet a Venezia alla mostra del Cinema.

Bella, altera come una pantera, è proprio il caso di dirlo.

Al ritorno da Venezia, tra i tanti impegni importanti accetta l’ intervista per Screpmagazine.com.


Grazie Amina, da parte del direttore Giuseppe De Nicola e da parte mia.

 1) Da quanto tempo vivi in Italia?

Vivo in Italia da due anni. Sono arrivata qui per la prima volta ad inizio covid, non parlavo in italiano come adesso ed era tutto chiuso, non conoscevo nessuno ma ho approfittato del periodo per prepararmi e studiare strategie per arrivare nel campo della moda italiana nel modo giusto.

2) Diventare modella era il sogno che coltivavi da bambina?

Fare la modella è stato un sogno fin da piccola e direi che ho iniziato già da bambina anche se vivevo in un’ altra realtà in cui fare la modella non è considerato come un lavoro. Ho sempre sfilato sui a scuola, nella mia testa. Ero sempre davanti allo specchio a posare e studiare i modi di muovermi ispirandomi alle modelle che vedevo sui magazine. Quindi dentro di me penso che ho sempre fatto la modella.

3) C’è una modella a cui ti ispiri?

A dire il vero come tante giovani di colore, io mi sono sempre sentita ispirata da Naomi Campbell. É unica, è sempre stata pazzesca e io sono una fan e penso che Naomi non si può mai imitare ma è un ispirazione per tutti noi. Ha aperto la porta a tutti noi.

4) C’è un brand che ami maggiormente?

Un brand che amo particolarmente sarebbe difficile da scegliere, perché amo tanti brand. Ma uno che rispecchia la mia personalità é sicuramente THE ROW. Inoltre, amo BLUEMARINE, THE ATTICO. Insomma non ho un stile preciso.

5) Hai trovato difficoltà ad entrare nel mondo della moda?

In realtà, devo dire che all’inizio era un po’ difficile poi una volta entrata é scivolato tutto così velocemente e non me lo aspettavo neanche. Devo dire grazie a Dio e al team professionale con cui lavoro.

6) Cosa ricordi del tuo primo shooting?

Il mio primo shooting è stato un progetto artistico che tutt’ora é presente nelle gallerie d’arte a Barcellona. All’epoca non avevo ancora iniziato a fare la modella poi quando ho ufficialmente firmato come modella il mio primo lavoro, è stato per uno special GUCCI by Ken Scott in COVER per un magazine notevole ed é stato molto emozionante.

7) È cambiato il tuo rapporto con gli altri da quando frequenti il mondo della moda e hai raggiunto il successo?

In realtà, il mio lavoro non ha mai cambiato il mio rapporto con gli altri. Naturalmente, fin da prima, sono sempre stata una persona un po’ introversa e non ho avuto tanti amici solo la mia famiglia che ancora oggi mi ama e ci sentiamo tutti giorni, anzi devo dire che questo lavoro mi sta aiutando molto ad aprirmi e lasciarmi andare e vivere esperienze nuove. Sono più serena.

8) Quali saranno i colori che si useranno nella prossima stagione?

Non penso di essere una persona che è adatta a dare consigli ma dopo i diversi lavori che ho fatto e che ho visto nei diversi progetti dei brand, penso che i colori di questo autunno/ inverno saranno il nero in primo, il bianco candido, il marrone.
Poi ci sarà il verde, il rosa di Valentino e tanti altri colori accesi.

9) Amina ha sogni ancora da realizzare?

Il mio primo sogno è di vedere più pace nel mondo, più inclusivita e meno discriminazione.

Grazie Amina ?

Instagram

https://instagram.com/amina.ladymya?igshid=YmMyMTA2M2Y=

Angela Amendola

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here