Il mio salice piangente

160047

Il salice piangente stuzzica da sempre la fantasia dell’uomo che è stato in grado di creare intorno ad esso un’aurea di magia e mistero inventando decine di leggende e favole che ne hanno fatto un albero legato ora al mondo fiabesco, ora alla mitologia, ora alla misticità cristiana. Intorno alla sua origine sono sorte varie favole

Una leggenda narra di come quest’albero maestoso, ai tempi in cui i suoi rami non pendevano, abbia fatto amicizia con un ruscello.

Quando dei boscaioli minacciarono di tagliar il salice, pensò bene di abbassare tutta la chioma sopra il ruscello per impietosire i boscaioli. Andò a finire che gli uomini cambiarono idea ritenendo che l’albero fosse affetto da qualche malattia.

Da allora, come da leggenda, il salice ha mantenuto i suoi rami penduli.

Il mio salice piangente…

Quando il sole mi soffoca e ho bisogno di ombra
Quando voglio passare dalla tristezza al sorriso
Quando voglio mandare un pensiero sereno
Quando voglio lavare la mia anima dai mali che mi hanno schiavizzato
Quando voglio galleggiare nella pace e nel relax
Mi rifugio sotto il mio salice piangente
Lo abbraccio..
E lui
Con le sue lacrime a forma di ramo
Tra silenzio e…parola
Bacia le mie ferite facendo dei buchi
Attraverso questi
Entra la luce…

Trandafira Nechita

Cliccasul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here