La Zagara, fiore delicato, luminoso e molto profumato, è da tempo uno dei simboli della Sicilia.

Il nome, che ha origini arabe Zahara, cioè spendere luminoso di bianco, e Rahr fiore.

I fiori di Zagara comprendono i fiori d’arancio, quelli del limone, quelli del bergamotto.

Nel linguaggio dei fiori, la Zagara, ha un significato molto profondo, infatti simboleggia la fedeltà in amore, per questo è considerato il fiore dei matrimoni, come segno di promessa di fedeltà eterna.

In Sicilia ci sono diverse leggende che riguardono la Zagara.

Un’antichissima leggenda narra che molti anni fa, il Re di Spagna, ricevette da una meravigliosa donna, una pianta molto bella.
Egli fu molto felice per il bellissimo dono e lo fece piantare nel giardino reale.

L’albero era molto profumato ed il sovrano aveva paura che qualcuno potesse chiedergli dei rami.
Qualche tempo dopo infatti, un ambasciatore straniero, vedendo l’albero, chiese al Re se poteva averne un rametto, ma il Re immediatamente rifiutò.

L’ambasciatore, di nascosto, si recò dal giardiniere reale e gli offrì cinquanta monete d’oro per un ramo.

Il giardiniere accettò e così poté avere la dote per la figlia che in breve si sposò adornando il capo con i fiori bianchi e luminosi della Zagara.

Un’altra leggenda racconta che la Zagara fu regalata dalla dea Terra a Zeus, come dono di nozze, così da divenire simbolo di buon augurio ai matrimoni.

I giardini, non solo della Sicilia, ma in tutti quelli dove crescono le Zagare, sono bellissimi e profumatissimi.

L’aroma viene utilizzato anche nelle preparazioni di dolci e anche di miele.

Ma il simbolo principale rimane l’utilizzo nelle decorazioni floreali nei matrimoni, bouquet meravigliosi per le spose.

Inoltre, un tempo le spose adornavano il capo con fiori freschi di Zagara appuntati sul velo.

PROFUMO DI ZAGARA

(petit once)

Fiori di Zagara
candidi e luminosi
nei giardini della Sicilia
profumano.

              Antonella Ariosto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui