Gli occhi che incontri

208574

C’è una cosa che può capitare a tutti, ed è quella di camminare per le strade della propria città e all’improvviso scontrarsi con gli occhi più belli mai visti prima.

Bellissimi occhi nei quali ti perdi, quelli che guardandoli senza bisogno di parole, dicono tutto senza fiatare.

Gli occhi sono lo specchio dell’anima“, è stato detto.

E chiunque si innamora, non può che essere d’accordo con me.

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha incrociato un paio di occhi che sono stati capaci di fermare il tempo.

Di estraniarti da te stesso.

È inutile provare a dare una spiegazione alle emozioni che si è avute, non c’è un perché apparente. È così e basta.

Per tutti quelli che si innamorano, tutto si riduce al primo sguardo.

Ciò che arriva dopo, è solo permettere a due anime di entrare in simbiosi l’una con l’altra per amarsi.

Ed è vero che gli occhi dell’altro, sono il “dettaglio” per cui perdere la testa. Gli occhi sono l’elemento declamato da scrittori e poeti ma anche in tanti testi di canzoni. Sono migliaia gli aforismi, le poesie e anche le canzoni dedicate agli occhi di chi si ama.

“L’anima è la nostra dimora; i nostri occhi sono le sue finestre, e le nostre parole i suoi messaggeri”
K. Gibrain

Se i nostri occhi vedessero le anime invece dei corpi, quanto sarebbe diversa la nostra idea di bellezza.
FRIDA KAHLO

Quando comprendo i tuoi occhi, ascolto la tua voce vera.
ALEJANDRO LANÚS

Amare a occhi chiusi significa amare come un cieco. Amare a occhi aperti forse significa amare come un folle: accettare a fondo perduto. Io ti amo come una folle.
MARGUERITE YOURCENAR

E tra le poesie che io preferisco quelle dedicate agli occhi, ci sono queste.

De gli occhi de la mia donna si move un lume…
(Dante Alighieri)

De gli occhi de la mia donna si move
un lume sì gentil che, dove appare,
si veggion cose ch’uom non pò ritrare
per loro altezza e per lor esser nove:
e de’ suoi razzi sovra ‘l meo cor piove
tanta paura, che mi fa tremare
e dicer: “Qui non voglio mai tornare”;
ma poscia perdo tutte le mie prove:
e tornomi colà dov’io son vinto,
riconfortando gli occhi paurusi,
che sentier prima questo gran valore.
Quando son giunto, lasso!, ed e’ son chiusi;
lo disio che li mena quivi è stinto:
però proveggia a lo mio stato Amore.

Io vidi li occhi dove Amor si mise
(Guido Cavalcanti)
Io vidi li occhi dove Amor si mise
quando mi fece di sé pauroso,
che mi guardar com’ io fosse noioso:
allora dico che ‘l cor si divise;
e se non fosse che la donna rise,
i’ parlerei di tal guisa doglioso,
ch’Amor medesmo ne farei cruccioso,
che fe’ lo immaginar che mi conquise.
Dal ciel si mosse un spirito, in quel punto
che quella donna mi degnò guardare,
e vennesi a posar nel mio pensero:
elli mi conta sì d’Amor lo vero,
che ogni sua virtù veder mi pare
sì com’ io fosse nello suo cor giunto.

I tuoi occhi mi toccano
(Marc Chagall)
Con te io sono giovane
Quando laggiù gli alberi minacciano
E il cielo vanisce in lontananza
I tuoi occhi mi toccano
Quando ogni passo si perde sull’erba
Quando ogni passo sfiora le acque
Quando le onde mi fervono in testa
E dall’azzurro qualcuno mi chiama
Con te io sono giovane
Cadono i miei anni come foglie
E qualcuno colora le mie tele
Allora esse brillano di te
E sul tuo volto il sorriso è radioso
Più chiaro assai delle nubi più chiare
Allora io corro dove sei
Dove mi pensi e dove mi attendi.

Paura dei tuoi occhi
Alda Merini
Paura dei tuoi occhi,
di quel vertice puro
entro cui batte il pensiero,
paura del tuo sguardo
nascosto velluto d’algebra
col quale mi percorri,
paura delle tue mani
calamite leggere
che chiedono linfa,
paura dei tuoi ginocchi
che premono il mio grembo
e poi ancora paura
sempre sempre paura,
finché il mare sommerge
questa mia debole carne
e io giaccio sfinita
su te che diventi spiaggia
e io che divento onda
che tu percuoti e percuoti
con il tuo remo d’Amore.

Se non fosse perché i tuoi occhi
(Pablo Neruda)
Se non fosse perché i tuoi occhi hanno color di luna,
di giorno con argilla, con lavoro, con fuoco,
e tieni imprigionata l’agilità dell’aria,
se non fosse perché sei una settimana d’ambra,
se non fosse perché sei il momento giallo
in cui l’autunno sale su pei rampicanti
e anche sei il pane che la luna fragrante
elabora passeggiando la sua farina pel cielo,
oh, adorata, io non t’amerei!
Nel tuo abbraccio io abbraccio ciò ch’esiste,
l’arena, il tempo, l’albero della pioggia,
e tutto vive perché io viva:
senz’andare sì lungi posso veder tutto:
vedo nella tua vita tutto ciò che vive.

Ed infine…

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vedere tutto intero il tuo volto
Il secondo per vedere i tuoi occhi
Il terzo per vedere la tua bocca
E l’oscurità intera per ricordare tutto questo
Mentre ti stringo fra le braccia.
Jaques Prevert

E agli occhi sono dedicate tantissime canzoni, molte cantate ancora oggi. Tra quelle che sono rimaste nella memoria di tutti, ci sono “Gli occhi verdi dell’amore” dei Profeti, “Occhi” di Zucchero, “Blue eyes” di Elton John, “Occhi di ragazza” di Gianni Morandi, “Per I tuoi occhi” di Loredana Bertè e decine di altre.

Parla di una persona che vuole vivere insieme alla ragazza che ama, e condividere con lei i bei momenti che verranno nel loro futuro insieme.

Ma purtroppo ad un certo punto lei gli darà una delusione (“un giorno in loro (nei suoi occhi) scoprirò quello che tu nasconderai…”) e la storia finirà, procurandogli grande tristezza e sofferenza. (“Occhi di ragazza quanto male vi farete perdonare….” “….l’acqua di una lacrima d’addio sarà l’ultimo regalo che da voi riceverò“)…

Ma, quella che preferisco insieme alla canzone di Morandi, è anch’essa della fine degli anni 70, ed è “Bimba dagli occhi verdi” del gruppo I Teppisti dei sogni.

Sugli occhi ci sarebbe da scrivere tanto, perché anche la pittura li ha decantati, sono tantissimi i quadri con occhi in primo piano come protagonisti.

Il quadro che io amo, è quello di Amedeo Modigliani.

“Quando conoscerò la tua anima, dipingerò i tuoi occhi.”
Amedeo Modigliani

Angela Amendola

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here