FRATELLO DI SANGUE

Intervista al Presidente AVIS Ceccano (Fr) e dedica al donatore di sangue

Il 14 giugno ricorre la Giornata mondiale del Donatore di Sangue“, proclamata nel 2004 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. La data scelta non è casuale ma coincide con il giorno della nascita del biologo austriaco Karl Landesteiner (14 giugno 1868) che nel 1900  identificò i gruppi sanguigni A B e 0 (scoperta che gli valse il Premio Nobel per la medicina e la fisiologia) e nel 1940, con Alexander S. Wiener, il fattore Rh-Rhesus. 

L’Italia, designata come Paese ospitante, quest’anno avrebbe dovuto organizzare l’evento globale per celebrare questa importante ricorrenza, che a causa delle restrizioni legate al Covid-19 verrà rimandata al 2021. 

Oggi più che mai bisogna continuare a diffondere il messaggio della necessità universale di sangue sicuro e  ringraziare le persone che, da tempo, hanno scelto di donare una piccola parte di sé stesse per salvare numerose vite, sensibilizzando al contempo soprattutto i giovani affinché crescano sempre di più i donatori in Italia e nel mondo intero.

Oggi, il giorno dopo, ho davvero grande piacere poter scambiare due parole col Presidente dell’AVIS di Ceccano, Daniele Panella

Presidente, può fornirci qualche indicazione sull’attività svolta dall’AVIS? Perché è importante?

Il sangue non si produce in laboratorio, e purtroppo le persone che ne necessitano sono tante. È indispensabile nei servizi di primo soccorso, in chirurgia e nella cura di diverse patologie. Il sangue e’ un tessuto composto da plasma (55%) e da altri tre elementi cellulari (45%): globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.

Avis è un’associazione di volontariato che promuove la donazione periodica, volontaria, non remunerata e associata di sangue ed emocomponenti. Fondata nel 1927 e con oltre 3400 sedi presenti sul territorio nazionale, contribuisce ogni anno a soddisfare circa il 70% del fabbisogno. 

Qualche dato su AVIS Ceccano?

Avis Ceccano nel marzo del prossimo anno compirà 30 anni. Dal luglio 2014 siamo un PUNTO RACCOLTA SANGUE con sala prelievi ed equipe medica e infermieristica fornita dalla Asl di Frosinone. Organizziamo due giornate di raccolta ogni mese, oltre a quelle straordinarie con le scuole secondarie o in occasione di eventi speciali.

Ad oggi abbiamo una raccolta annua di circa 500 sacche di sangue intero.

Parliamo di plasma…

Importante anche la donazione del plasma, che sarebbe la parte liquida del sangue, costituita prevalentemente da acqua, nella quale sono trasportate molte sostanze quali proteine, zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi e fattori della coagulazione. Da questo prezioso elemento è possibile ottenere farmaci.

Cosa può dirci sulla figura del donatore di sangue?

Il donatore di sangue è una figura anonima ma fondamentale, perché con un gesto volontario e gratuito consente di salvare vite e curare numerose patologie. Proprio in questa giornata speciale voglio rivolgere un augurio particolare a tutti i donatori ed a quelli che si apprestano a diventarlo.

L’epidemia da coronavirus ha avuto conseguenze sulla donazione?

Le donazioni sono state ferme in seguito alla sospensione degli interventi chirurgici. Fortunatamente non ci sono stati incidenti stradali per via del lock-down e di conseguenza non si è registrata una grossa necessità di sangue che, in caso di mancato utilizzo, dopo 42 giorni non è più utilizzabile e viene pertanto incenerito.

A livello solidale abbiamo avuto una risposta straordinaria da parte dei cittadini, anche a seguito della campagna Avis nazionale, poiché sono state tantissime le richieste che ancora oggi stiamo inserendo nella programmazione delle donazioni future.

Chi volesse diventare donatore AVIS cosa dovrebbe fare?

Per diventare donatore bisogna recarsi o in un centro trasfusionale di qualsiasi ospedale o in un punto di raccolta sangue.

Come avviene la donazione?

Al donatore che si reca in sede viene richiesto di compilare un questionario in cui riportare i suoi dati, eventuali cure e farmaci che sta assumendo ecc. Poi gli vengono misurate sia l’emoglobina che la pressione arteriosa e infine nel colloquio con il medico si raccolgono le informazioni sul suo quadro clinico. Se il donatore viene ritenuto idoneo per la donazione si passa in sala prelievi. Le donne possono donare ogni sei mesi, gli uomini ogni tre, per un quantitativo massimo di 450 ml di sangue.

Dopo questo gesto d’amore c’è una “bellissima” colazione.

Come è iniziata la sua avventura in AVIS?

Io sono in Avis da oltre 10 anni e dal febbraio 2019 seguo la sede di Ceccano come Presidente. Essere volontario Avis è  gratificante, specie quando sai che il tuo contributo permette di aiutare chi è in un letto di ospedale. Voglio dire grazie a tutti, in modo particolare in questo periodo Covid, per la solidarietà mostrata, attraverso le tante richieste pervenute per poter donare.

Daniele mi ha chiesto di dedicare un pensiero a questi angeli meravigliosi che operano per il bene restando nell’anonimato.

Volentieri raccolgo l’invito.

FRATELLO DI SANGUE

Fratello 

tu non mi conosci e io non conosco te.

Eppure ti sto aspettando, su questo letto d’ospedale

mentre lotto tra la vita e la morte.

A volte sono un bambino

altre una madre

altre ancora 

un uomo al tramonto.

Mille volti diversi

sempre una vita da salvare.

Immagina i miei occhi mentre tendi il braccio in un gesto d’amore.

Ti stanno guardando

come si guarda un eroe nascosto dietro una maschera

o un angelo silenzioso senza ali né gloria.

Non s’odono squilli di tromba

né rulli di tamburi

ma il bene che fai, quello sì che si sente. 

Sorrido da questo letto d’ospedale

mentre allungo la mano in cerca di speranza.

Ed ecco che un fiore avvizzito d’improvviso risolleva il capo.

Ora scorri dentro di me 

distillato d’amore 

che inonda l’anima.

Salvami ancora una volta, 

e poi un’altra ancora.

Se mai un giorno ti incontrerò 

per le vie del mondo 

ti sentirò pulsare fin nelle vene.

E allora finalmente

saprò che sei tu

il mio Fratello di sangue

Simona Riccardi@copyright2020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui