“Figlio mio addio”…un popolo in fuga

143700

Le immagini che in questi giorni scorrono sui giornali, sui notiziari, sono devastanti.

Stiamo vivendo un periodo alquanto tragico nella storia del mondo tra pandemie, cambiamenti climatici, guerre e fame nel mondo.

Abbiamo assistito al fallimento di vent’anni dei Talebani per migliorare le proprie condizioni di vita, e in poche ore tutto è crollato.

Donne disperate cercano una via di fuga, ma poche riescono a salvarsi e coloro che vengono catturate sono consegnate ai talebani subendo maltrattamenti di ogni sorta.

Bimbi con occhi smarriti urlano per la paura di essere strappati ai loro genitori.

Il terrore incalza…chi di loro riuscirà a salvarsi?

Scene drammatiche di fuga negli aeroporti per cercare di fuggire alla ricerca della salvezza, della libertà per migliorare la propria vita.

Madri e padri in preda alla disperazione lanciano i propri figli oltre il filo spinato, per metterli in salvo, consegnandoli ai soldati americani.

Famiglie divise hanno perso il lavoro, le loro case, posizioni.

Tutto è nelle mani di uomini di potere che hanno distrutto la dignità di ognuno.

Via le guerre, le discriminazioni, esplosioni di odio, aggressività verso le diversità di opinioni.

Rispettiamo le idee altrui e lottiamo per la Pace nel Mondo.

Non vi è dono più prezioso di sentirsi protetti nelle avversità della vita.

FIGLIO MIO ADDIO
Ti ho cercato tra la folla
   Figlio mio…
Separarmi da te
è stato doloroso
ma ho dovuto farlo
per ridarti la vita.
Se giammai
un giorno ci rivedremo
spero potrai perdonarmi.
Il mio è stato
un gesto d’amore
e anche se
non ci rincontreremo
in questa vita,
so che starai bene
e sarai amato.
Non voglio
che tu viva nel terrore
che rischi
la vita ogni giorno,
che venga maltrattato,
umiliato
in un paese
di terrore e di odio.
Desidero per te
un futuro migliore.
Le mie mani adesso
sono vuote,
ho ancora addosso
il tuo profumo.
Non potrò più abbracciarti
né respirarti,
non potrò cullare
le tue notti insonni
né vederti correre,
ridere e giocare.
Ho dovuto farlo
   Figlio mio,
perdonami se puoi.
Come un battito
rimbomba nelle mie orecchie
l’eco delle tue urla disperate.
Il mio cuore è spezzato
se penso al tuo visino triste
che grondava di lacrime
quando sei andato via da me.
Ci rivedremo, un giorno?
Vivrò con la speranza
di poterti riabbracciare
   Figlio mio,
ma se il destino ci è avverso
ti porterò con me
fino alla fine dei miei giorni
nell’attesa di poterti
incontrare in un’altra vita
dove potremo cavalcare
su verdi prati ed essere felici…addio!

                                                                  Grazia Bologna

Clikka sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here