Da “Sulla soglia ” di Sandra Orlando

126844

Il libro aveva fatto la sua comparsa nel salotto di Anna,  si era lasciato afferrare dalle mani di Dav e lui lo aveva preso senza accorgersene. 

Ora se ne stava sul sedile della sua auto impolverata,  con la luce del pomeriggio che ne illuminava le pagine sgualcite .

Lei aveva dovuto leggerlo e rileggerlo perché aveva l’aspetto trasandato di chi è stato usato più volte. 

Il titolo non era sicuramente lasciato al caso:” Sulla soglia.” 

Lui c’era stato invece oltre quella soglia?

Aveva oltrepassato il confine tra l’inerzia sentimentale e il provarci sul serio?

Lo aveva fatto fino in fondo?

David si chiedeva cosa misurasse quel limite…se lo stava chiedendo mentre infilava la chiave e accendeva il motore dell’auto, mentre il ronzio della radio lo riportava di nuovo agli anni 80 e mentre vedeva allontanarsi nello specchietto la casa dal grande albero, il letto sfatto, il piatto dai bordi gialli , il coccodrillo e il Tempo diviso con lei.

Sandra Orlando 

The Midnight Sky: George Clooney ultimo uomo sulla Terra

Previous article“Il tempio crollato”
Next articleLa leggenda dei mesi
Sono Sandra Orlando, mamma di Anna e Andrea, laureata in Lingue e insegnante. Faccio parte dell'Associazione Accademia e collaboro come Editor a SCREPmagazine. Dal 2020 Sono redattrice ed Editor nella redazione della rivista di Cinema Taxidrivers per cui ho ricoperto il ruolo di Programmatrice e Head of editorial Contents . Amo la letteratura, il cinema, la musica ed in genere tutto ciò che di artistico “sa dirmi qualcosa”. Mi incuriosisce l'estro dell'inconsueto e il sorriso genuino dell'umiltà intelligente.  Scrivere fa parte di me. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here