Calendario dell’Avvento

158566

Da 3 giorni siano entrati ufficialmente nel mese più emozionante e atteso da grandi e piccini, dicembre, il mese del Natale.

Tutto il periodo che precede il grande giorno ha qualcosa di magico grazie alle luci, alle varie decorazioni che cambiano i paesaggi, i biscotti di pan di zenzero, tipici di queste festività. E ciò che da anni spopola in tutto il mondo è il Calendario dell’Avvento.

Non sai cosa sia? Scopriamolo insieme.

Prima di arrivare al 25 dicembre, giorno di Natale, devono passare ben 24 giorni di attesa.

E quale modo migliore se non quello di poter scartare ogni giorno una casella e trovare entro un dono per alleviare l’attesa?

Qualsiasi cosa si trovi all’interno della casellina è ben accetta, il Calendario dell’Avvento è una delle tradizioni più amate da adulti e bambini.

L’Avvento è il periodo di quattro settimane che precede il Natale, ha inizio il 30 novembre e continua per le altre 3 domeniche successive. Si celebra sin dal IV secolo d.C.

Ma qual è l’origine di questa usanza? Chi ha inventato questo calendario a caselline?

Questa tradizione risale alla metà del XIX secolo, quando i protestanti tedeschi tracciavano segni di gesso sulle porte o accendevano delle candele per contare i giorni che precedevano il Natale.

Le sue origini hanno radici nei paesi del Nord Europa.

La storia narra di un bambino tedesco, Gerhard Lang, nato alla fine dell’800, molto impaziente dell’arrivo del Natale, così impaziente da chiedere ogni giorno alla madre quando arrivasse quel giorno festoso continuamente.

La mamma del bambino, probabilmente stanca di sentire sempre la stessa domanda, decise di cucinare dei biscotti speziati, tipici proprio del periodo natalizio, li suddivise in 24 piccoli sacchetti e ne diede uno al giorno al figlio. Dal 1 dicembre fino al 24 il piccolo Gerhard ebbe la testa impegnata e gli fu più facile attendere l’arrivo del Natale.

Questa idea piacque tanto al bambino e la mamma decise così di replicarla ogni anno a seguire.

Quando Gerhard crebbe, l’idea della mamma non lo abbandonò. Decise di rielaborare il tutto e realizzò il primo Calendario dell’Avvento, stampando un cartellone con 24 finestre che le mamme avrebbero potuto riempire di qualsiasi cosa per rendere più magico il periodo natalizio.

Nel corso dei decenni ci furono molti Calendari dell’Avvento stupendi. Uno fra i più costosi presente sugli scaffali fu una struttura a forma di albero di Natale scolpita in legno di olmo e noce da Harrods nel 2007. Ciascuno dei 24 scomparti del calendario da 50.000 $ conteneva un cioccolatino biologico proveniente da Green e Black.

Ma secondo il Guinness World Records, il calendario dell’Avvento più grande del mondo (più di 70 metri) fu costruito nel 2007 presso la stazione ferroviari di St. Pancras a Londra.

Ad oggi molti sono i calendari dell’avvento in commercio. Troviamo quelli con sorprese alimentari, dolciarie, in argento, makeup e skin-care… e chi più ne ha più ne metta.

Mai acquistato o creato uno?

Per me ormai, da qualche anno, è tradizione. Non posso più farne a meno.

Giulia Trio

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here