Portami in Paradiso.

Seguirò il sorriso sul tuo viso,

dimenticherò la paura di cadere,

il timore di amare

e la timidezza nell’osare.

Portami nel tuo Paradiso.

Quello che leggo nel tuo sorriso,

fammi da Cicerone

mostrami com’è il volo d’un airone

e le estati che verranno ad ogni stagione.

Mostrami il tuo Paradiso.

Non puoi nasconderlo più,

è sul tuo viso,

dammi il seme che dà la gioia

non soffriremo mai la noia,

ed ogni tocco di amplesso sarà gloria.

Portami all’nferno

quando dentro di me c’è troppo inverno,

portami a ballare,

fammi passeggiare e gettami addosso tutto il tuo amore.

Portami nel tuo inferno se sarà triste il tuo inverno.

Mostrami la brace del tuo corpo audace,

spingi dentro me ciò che in te tace.

Mostrami il tuo inferno ardente di uomo possente,

affascinante e attraente

brucia i sensi miei ribelli

sfiorami coi tuoi baci il collo e sii tu, sul mio corpo,

il mio più bel gioiello.

Portami dove l’inferno e il Paradiso

daranno sempre al nostro viso un unico e felice… sorriso.

(marzo 2018)

Articolo precedenteMichelangelo Merisi detto il Caravaggio (parte quinta)
Articolo successivoLa commovente lettera di un anziano
Umberta Di Stefano
Mi chiamo Umberta Di Stefano e sono nata e cresciuta a Ceccano (FR), dove vivo. Sposata, mamma di tre ragazzi (Andrea, Chiara e Valeria), grande lavoratrice fino a qualche anno fa. Oggi mi dedico alla mia famiglia, alla lettura, alla scrittura e collaboro con molte associazioni nazionali e locali. Scrivo dal 2013, dalla data della mia prima opera “L’Angelo che prestò le sue Ali ad una Fenice”, ma in cuor mio l’ho sempre fatto. Data la mia pessima “grammatica giovanile”, ciò che realmente la vita aveva in serbo per me, s’è quindi rivelato in tarda età. Sono in varie raccolte di poesie delle “Edizioni il Viandante”, Casa Editrice che mi ha tenuta a battesimo e ciò non si può dimenticare. Con loro ho pubblicato nel 2018 “Un Angelo senza Memorie”. Oggi sono una donna ancora più determinata ad imparare tutto ciò che mi manca per poter raccontare le tante verità, dal mio punto di vista, secondo la maturità che ho raggiunto in questi anni e che spesso il mondo fa finta di non vedere. Dio ci benedica tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui