“Perché ti voglio bene” di Pino Gaudino

111938

Il grano cresciuto nel mio cammino

è il tuo amore,

ti voglio bene croce del mio destino,

fuoco che divora il mio tormento…

Ti voglio bene,

perla dispersa dentro un sogno

dimenticato al mattino.

L’autunno sospira e il cuore

ingiallisce,

come foglia cade avvitandosi

nel tuo respiro…

Quando i silenzi incontrano

I tuoi occhi,

afferrano le lacrime buttandole in gola.

Lo specchio riflette il volto scolpito

dal tempo,

le rughe ricordano che il vissuto

sta dentro in un solo momento …

Ti voglio bene.

Previous articleANTON GIULIO GRANDE: la magia di un abito…
Next articleSegrete connessioni
Sono Giuseppe Gaudino, lavoro come operatore socio- sanitario presso un centro per diversamente abili. Il mio percorso letterario prende ispirazione dalla malinconia che circonda qualsiasi forma d’amore, quando l’energia vitale che il dolore infonde nell’anima diventa la strada per rinascere e giungere alla propria serenità interiore. Amo scrivere. Ho pubblicato un libro di poesie dal titolo “Se perdi il filo segui il cuore “, arrivato al secondo posto della IXa edizione 2020 del Premio Letterario Nazionale "Un libro amico per l’inverno". Con grande soddisfazione una mia poesia - "Destino senza meta" - è risultata vincitrice del Premio di Poesia e Narrativa “Città di Arcore 2019”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here