Sole rosso

che bagna i capelli.

Avere l’estate nel cuore…

Arsenio Siani

Gli haiku sono una delle più semplici e sincere forme di poesia giapponese.

Sono componimenti nati in Giappone nel diciassettesimo secolo, formati da tre versi e costituiti in totale da 17 more.

Una mora – nella metrica classica – é l’unità di misura della durata delle sillabe.

Non è una vera e propria sillaba perché, ad esempio, una sillaba può contenere anche due more.

Gli haiku sono poesie che non sembrano tali, aforismi che non sono aforismi, un piccolo mucchio di parole in cui ha più peso il non detto rispetto a quello che viene detto.

Sono componimenti dell’anima che raccontano le emozioni delle stagioni, della precarietà dell’uomo e della magia della quotidianità. 

In Italia, si avvicinarono agli haiku alcuni poeti che hanno abbracciato la corrente dell’ermetismo, come Ungaretti e Quasimodo.

 

Articolo precedentePenso che un sogno così…
Articolo successivo“L’infinito” di Leopardi… Napoli festeggia i 200 anni
Arsenio Siani
Mi chiamo Arsenio Siani, sono un counselor, scrittore e docente di corsi di scrittura creativa. La passione per le pratiche di trasformazione ed evoluzione interiore mi ha condotto a frequentare una scuola di counseling. Parallelamente il mio percorso ha visto un’evoluzione e una crescita interiore grazie alla scrittura, dapprima erano pensieri sparpagliati e confusi riversati su fogli di carta, poi la mia mente e la mia anima hanno cominciato a concepire storie, racconti di vita partoriti da sogni, desideri, rimpianti e speranze. Un ascolto dei miei sentimenti e delle mie emozioni che mi ha portato a scrivere cinque romanzi in meno di tre anni e innumerevoli racconti. Nel 2016 ho accettato anche la sfida di diventare docente per corsi di scrittura creativa presso l’Università popolare di Siena, dove vivo da 12 anni. Nel 2017 ho iniziato la mia collaborazione con “Accademia” curando due rubriche per la rivista “Screpmagazine”, una dedicata al benessere psicologico e l’altra alla violenza sulle donne. Proprio da quest’ultima esperienza nasce una mia nuova pubblicazione, “Quello che le donne non dicono”, in cui vengono raccolti gli articoli, rielaborati per l’occasione, comparsi sulla rubrica, per Titani editori, pubblicato nel marzo 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui