La leggenda del narciso

166812

Leggenda del Narciso …

Si dice che ogni mese dell’anno sia caratterizzato da un fiore. Il fiore di marzo è il meraviglioso narciso, associato alla rinascita e ai nuovi inizi, per il fatto che è tra i primi fiori a comparire in primavera.
In alcune tradizioni è il fiore che viene offerto al battesimo di un neonato.

Secondo una leggenda, i narcisi fiorirono per la prima volta alla morte di Narciso, un giovane molto bello, figlio del dio Cefiso e della ninfa Liriope . Sebbene fosse circondato dall’amore e dall’ammirazione di coloro che lo circondavano, Narciso rimase indifferente alle attenzioni e alle proposte d’amore, preferendo la caccia, alla quale era molto abile.

Una bella giovane ninfa Eco si innamorò perdutamente dell bellissimo Narciso, ma, essendo stata respinta, morì di dolore e di amore non condiviso.
Dopo la morte della ninfa, Narciso fu maledetto dalla dea Nemesi, di non poter mai amare nessuno e di innamorarsi di se stesso. facendogli vedere il suo viso nell’acqua di una sorgente, il giovane si innamorò di quell’immagine e, volendo abbracciare il suo volto riflesso nell’acqua, Narciso cade e annega.
Le ninfe che erano innamorate di lui lo trasformarono in un fiore profumato, che sboccia all’arrivo della primavera e porta il suo nome, un fiore chiamato il narciso.
Si narra che i fiori di narciso tengano la testa bassa come Narciso specchiato nell’acqua, e al centro del fiore siano rimaste anche le lacrime del giovane…

Si ritiene che Narciso sia morto perché non voleva arrendersi.
Da Narciso deriva il termine narcisismo, che denota un grado eccessivo di autostima e rappresenta un amore e un’ammirazione esagerati, spesso patologici, per se stessi.

Gogy

Fermo il mio sguardo
Sulle sfumature
Sui dettagli
Sui frammenti
E trovo l’unicità della persona…

Trandafira Nechita

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here