“Imitazioni “

132536

Se ci guardiamo bene intorno,
vediamo più imitazioni di uomini e di donne
che de originali.

PS:
Non mi riferisco affatto all’universo arcobaleno, rispetto sempre… chi mi rispetta.
Esseri umani come me e te.

Guardiamo più a fondo.
Guardiamo oltre le parole,
liberando il nostro intuito e
affidandoci ai nostri sensi.

Se riuscite a guardare oltre,
avendo cura d’osservare attentamente:
i dettagli, i particolari…
vedrete apparire la vera indole dell’altro o altra.

Domandatevi poi:

_”Come può un uomo fare l’uomo se ciò che desidera di più è sentirsi la prima donna?”…

E…

_”Come può una donna sentirsi donna se vuole gestire tutto come un uomo?”…

Osservate dove si dirigono
e non da dove arrivano.

Soffermarsi sul tempo che restano
e mai sull’assenza (è una tua debolezza non coinvolgerla nella tu ricerca di dettagli).

Guardare dove guardano.

Ci sono più imitazioni che originali
Ci stiamo ostinando a omettere e mentire,
più che a… vivere liberi.

Se ci guardiamo bene intorno,
vediamo piu’ imitazioni di uomini e di donne
che de originali.

Fantasmi che si nascondono dentro una corazza preconfezionata,
inutile agli occhi di chi sa vedere oltre.

Umberta Umby Di Stefano
17-7-21

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous article“a tu per tu con…” Silvia Cassetta e la sua Danzasìa
Next articleRipara…Repară…
Mi chiamo Umberta Di Stefano e sono nata e cresciuta a Ceccano (FR), dove vivo. Sposata, mamma di tre ragazzi (Andrea, Chiara e Valeria), grande lavoratrice fino a qualche anno fa. Oggi mi dedico alla mia famiglia, alla lettura, alla scrittura e collaboro con molte associazioni nazionali e locali. Scrivo dal 2013, dalla data della mia prima opera “L’Angelo che prestò le sue Ali ad una Fenice”, ma in cuor mio l’ho sempre fatto. Data la mia pessima “grammatica giovanile”, ciò che realmente la vita aveva in serbo per me, s’è quindi rivelato in tarda età. Sono in varie raccolte di poesie delle “Edizioni il Viandante”, Casa Editrice che mi ha tenuta a battesimo e ciò non si può dimenticare. Con loro ho pubblicato nel 2018 “Un Angelo senza Memorie”. Oggi sono una donna ancora più determinata ad imparare tutto ciò che mi manca per poter raccontare le tante verità, dal mio punto di vista, secondo la maturità che ho raggiunto in questi anni e che spesso il mondo fa finta di non vedere. Dio ci benedica tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here