Il mistero di Villa Fortuna (Parte 18)

122921

Per leggere la puntata precedente clikka sull’immagine

Il mistero di Villa Fortuna (Parte 17)

Erminia, incuriosita, si alza di scatto dal letto e si dirige verso la finestra.

Talmente è curiosa che urta in modo involontario contro la sbarra del letto ferendosi il mignolo del piede sinistro, e malgrado avverta dolore, continua ad avanzare verso la finestra, zoppicando.

E’ proprio vero! Quando due anime sono innamorate, i pensieri viaggiano all’unisono.

Dentro il cuor suo avvertiva che fosse Romano e non si sbagliava affatto!

La donna sposta la tenda e scorge l’uomo, atttaverso i vetri della finestra, con il volto  teso verso l’alto, nella speranza di intravederla.

Non appena la nota, le manda un bacio al quale Erminia risponde istintivamente.

E’ notte fonda, tutti dormono; gli fa segno di aspettare.

Scende le scale, gli apre la porta  e lo invita a salire in camera.

Romano la segue senza esitare e tra un bacio e l’altro, salgono le scale fino a ritrovarsi nella stanza.

E’ una notte di luna piena…

Un paralume, a malapena,  illumina la stanza, mentre le luci riflesse della luna danno dei bagliori azzurri che richiamano il colore delle tende.

Tutto è molto romantico.

I loro volti illuminati dalle luci della notte, sono vicini e si avvicinano sempre di più, fino a sfiorarsi le labbra.

Tutto sembra surreale…Romano è incantato dalla bellezza della dolce musa.

Comincia a carezzarle la nuca e scende lentamente per tutto il corpo.

Si inginocchia, l’abbraccia fortemente intorno alle gambe con infinito desiderio e un forte senso di appartenenza.

La donna, ormai eccitata, lo guarda dall’alto e si china verso di lui, cominciando a baciarlo senza tregua.

Romano, preso dal forte desiderio di possederla, dolcemente la spinge verso il letto, e da quel momento, si lasciano trasportare nel giardino dei desideri più proibiti.

E’ una notte stellare colma di intense emozioni e si chiedono se sarà il sogno di una sola notte…

C O N T I N U A

Grazia Bologna

Previous articleI Templari – una storia ancora viva
Next articleLe panchine letterarie in Sicilia
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho rafforzato il mio “Estro Artistico” ispirandomi, soprattutto, all’Amore verso la Vita e alla Foto. Adoro tutto ciò che è arte. A volte posso rimanere ore ed ore ad ammirare un quadro ed emozionarmi. Amo viaggiare perché mi porta ad esplorare nuove culture, ma sono orgogliosa di vivere nella mia amata Sicilia che mi regala paesaggi di mare che, per me, sono un’immensa fonte d’ispirazione. Ho partecipato a vari Concorsi di Poesie e Racconti in cui ho raggiunto, per ben due volte il Podio, ed ho ricevuto varie menzioni e premi speciali. Imprenditrice in attività di Call Center, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private, trattando varie problematiche legate alla famiglia. Da Marzo 2018 collaboro con “ScrepMagazine” come Socio di Accademia Edizioni ed Eventi curando la rubrica “Racconti di Vita Vissuta” e trattando argomenti vari.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here