Giornata mondiale del selfie

204350

Il 21 giugno giornata mondiale del selfie.
Selfiamoci d’immenso.

I selfie sono autoscatti fatti con il proprio smartphone. Negli ultimi anni quella dei selfie è diventata una vera e propria ossessione, per tutti. Milioni di selfie scattati mentre si è seduti a tavola per il pranzo, a scuola o al lavoro…Ma cosa spinge la gente a mostrarsi così tanto agli altri? In una società in cui apparire è l’unica cosa che conta più vicini alla perfezione fisica.

Il più delle volte questi selfie sono ritoccati con photoshop o modificati con dei filtri che offuscano quella che è la persona facendola sembrare qualcuno che in realtà non è.

Qualche mese fa un giornalista di un importante quotidiano, dedicò una prima pagina ai selfie di Barbara D’Urso.
Partendo dal presupposto che non a tutti piace il suo modo di fare tv, eppure lei, Barbara, ha un pubblico numeroso e fedele e questo bisogna accettarlo.

E’ l’erede di Baudo al femminile, regina incontrastata della tv nazional-popolare. E la cosa più evidente è che non si vergogna di rivolgersi a un pubblico medio-basso, poco scolarizzato, caratterizzato da un approccio molto superficiale alle cose. Non è un insulto alla gente che la segue, (lo faccio anche io, quindi sarei superificiale) ma è la fotografia fedele della sua schiera di telespettatori.

Di una cosa dobbiamo darle atto. È definita ormai da tutti: nostra signora del selfie perfetto. A 65 anni appare come una donna di 40.
Ma come si può arrivare ad un selfie perfetto?

Barbara D’Urso è una di quelle celebrities sempre con lo smartphone in mano pronta a scattare selfie e postarli sui social. Ma chi la segue sa che la sua posa è una, e quindi non può essere casuale. Va detto che i 65 anni non li dimostra neanche un pò e allora, qual è il suo trucco che possiamo copiare?

La foto va scattata tenendo la testa all’insù. La posa stirerà automaticamente le rughe del collo e spianerà l’eventuale doppio mento. Quindi ecco il primo “ritocco” immediato.

La bocca a bacio.

Una posa spiritosa e allegra. Poi ci serve un sorriso, ma quante rughe vengono sorridendo, zampe di gallina ?

Quindi è bene controllarsi allo specchio.

Seno in bella vista.

Lei ne è naturalmente dotata, un primo piano non troppo stretto non metterà in evidenza eventuali difetti del viso e naturalmente farà cadere l’occhio sul decolleté. Seguiamo allora i suoi consigli e “selfiamoci tutte” … ah ragazze (lo siamo fino a 99 anni) sarebbe ideale usare la fotocamera esterna, così consigliano le vip e le blogger di professione …

Angela Amendola

Per leggere il miio articolo porecedente clicca quio sotto:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here