Fior di loto

158594

Il fior di loto è una pianta acquatica appartenente alla famiglia delle Nelumbonaceae e comprende ben due specie:

  • Nelumbo lutea
  • Nelumbo nucifera

Vive negli stagni e laghetti e si fa notare durante la fioritura soprattutto in estate (periodo tra giugno e settembre). Può raggiungere un metro di altezza e cresce in modo rapido.

Ha dei petali grandi che fuoriescono dall’acqua, di colore bianco, rosa o giallo, e ogni fiore ne ha circa una ventina.

È definito Padma o loto sacro o loto indiano o rosa del Nilo.

Qual è il suo significato?

In Giappone, per indicare il fior di loto si usa Hasu, cioè purezza dell’anima ed è un fiore meraviglioso nonostante le radici si trovino nel fango. Proprio per questo assume un significato importante, sta ad indicare la rinascita in un mondo sporco, difatti il fiore nonostante si trovi in mezzo al fango esce dall’acqua pulito, apre i petali quando colpiti dai raggi del sole e si chiude al buio.

Ha un significato importante per le religioni Buddhista (di purezza del corpo, della parola e dell’anima). L’acqua fangosa dove si stende il fiore è associata all’attaccamento e ai desideri carnali.

Si narra che il piccolo Buddha, durante i suoi primi passi, fece nascere tanti piccoli fiori di loto e nella maggior parte dell’Asia, le divinità sono sedute su un fior di loto durante la meditazione.

Leggenda.

Moltissimi anni fa ci fu una terribile pandemia a Kyoto che colpì il signor Koriyama e la sua famiglia.

Alla famiglia si avvicinò un’eremita e rivelò il segreto per far sì che si potessero liberare della pandemia causata da spiriti maligni: avrebbero dovuto coltivare dei fior di loto al castello.

Il signor Koriyama decise di dare ascolto all’eremita e iniziò a far piantare i fiori di loto nel suo immenso giardino.

Dopo qualche giorno iniziarono a stare tutti bene e per ringraziare il fior di loro per avergli salvato la vita decisero di battezzare il castello chiamandolo “Castello del Loto”.

Ma purtroppo, con la morte del signor Koriyama il castello andò nelle mani del figlio che non si premurò di dare amore ai fiori piantati dal padre.

Un samurai, passando dalle parti del castello, vide due bambini giocare sul bordo del fossato. Impaurito che potesse succedere qualcosa di brutto andò per allontanarli dal pericolo ma i due bambini si gettarono in acqua e scomparvero nel nulla.

Scosso andò al castello per riferire quanto accaduto, i funzionari si recarono nella zona per ripulirla e ritrovare i bambini ma non trovarono niente.

Qualche sera più tardi, un altro samurai vide due giovani giocare sul bordo del fossato. Credendo si trattasse di anime malvagie decise di colpirli con la sua spada. Di colpo una nube di vapore che gli impedì di vedere tutto.

Solo il giorno dopo il samurai si rese conto di aver ucciso gli spiriti del loto che avevano protetto e salvato il castello dall’epidemia.

Sentendosi colpevole per il gesto decise di compiere la cerimonia di suicidio del samurai (harahiki).

Da quel momento i fiori continuarono a nascere ma non fu più visto nessuno vicino al fossato.

Cosa simboleggiano i vari colori del fior di loto?

  • Loto bianco: perfezione dello spirito e della mente. Stato di purezza e natura incontaminata. È raffigurato con 8 petali.

  • Loto azzurro: saggezza e conoscenza.

  • Loto rosso: innocenza. Raffigura le qualità del cuore come la passione, l’amore, la compassione.

  • Loto rosa: è il più speciale tra tutti ed è associato ai personaggi divini come il Grande Buddha. Se è chiuso è simbolo di infinite possibilità dell’uomo, se è aperto rappresenta la creazione dell’universo.

https://www.youtube.com/watch?v=c7yRKK5WbZM&ab_channel=NoiTvReteVersilia

Giulia Trio

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here