“Ferite” di Enza Nardi

111475

Ogni passo tracciò la sua sofferenza.

Il segno evidente che quell’amore diventò dolore.

I bianchi veli che indossò

divennero oscuri stracci rovinati dalla disperazione.

Quell’uomo le aveva distrutto il cuore e trafitto il petto.

I sogni si dispersero silenziosi.

Testarda, volle ancora cercarlo su quel sentiero.

Aveva compreso quel raggio di Sole.

Lui era essenza nuova.

Luce!

Quel cuore già ferito era tornato a battere.

Erano anime simili.

Battiti uguali.

Sorrisi e sguardi puri.

Quel sentiero

divenne improvvisamente irto di pericoli e paure.

La lacrima di sangue scavò sul quel dolce volto,

l’ennesima violenta sconfitta…

La più dolorosa.

          Enza Nardi Autrice

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here