Per leggere la parte precedente clicca qui:

Credevo in te (Parte 7a) di Grazia Bologna

Il taxi si ferma davanti al portone di Piazza Navetta al numero civico 34 dov’ è ubicato lo studio dell’Ingegnere Dalmasso, al terzo piano.

Ilaria scende e, con passo leggero, avanza verso il portone.

Sta per suonare il campanello, ma qualcuno apre il portone per uscire.

Furtivamente s’infiltra nella scala e si dirige verso l’ascensore. E’ molto ansiosa, pensa alla reazione di Renato quando la vedrà.

Eccola giungere al piano ed aprirsi l’ascensore.

Si dirige verso la porta, ma ad un tratto si ferma.

Sente una voce femminile a lei tanto familiare…<<Alma!>>…

Poggia l’orecchio dietro la porta per origliare e sente Renato che le sussurra dolci parole d’amore…d’un tratto…”il vuoto”!

<<No…Non può essere vero!…Renato ed Alma amanti!>>…

Cerca di ascoltare… Spinge, con insistenza, l’orecchio verso la porta. Ode dei gemiti accompagnati da un “Ti Amo” sussurrato dalla voce di Alma… Di seguito, Renato, allo stesso modo le risponde.

Ilaria entra nel panico…No sa se deve bussare e mostrare il suo sgomento, oppure andare via e fingere di non essere mai venuta.

Il dolore che prova e lancinante!…

<<Renato!!! Proprio lui che è sempre stato un marito modello! Chi poteva immaginare che fosse un traditore? E poi con Alma!!! Una donna leggera che sta sulla bocca di tutti….Come ha potuto cedere alle lusinghe di tale donna? Povero lui e povera me!!!>>.

Queste sono le parole che le rimbombano nella testa, mentre si dirige verso casa.

Appena rientrata, Iris l’accoglie fra le braccia, piangente, senza conoscerne il motivo .

Le prepara un the caldo per calmarla e la fa sedere.

Poco per volta, Ilaria rinsavisce e confida alla donna l’accaduto.

Anche Iris rimane sbigottita e cerca di consolarla, ma Ilaria si dirige nello studio per riflettere.

Le ritornano alla mente  gli anni trascorsi insieme al marito e pensa a tutte le rinunce che ha dovuto fare per stargli vicino.

E’ sempre stata una moglie modello e devota.

Chi avrebbe immaginato che il suo compagno di vita  potesse, un giorno, tradirla con un’altra donna?

Pensava di conoscerlo bene e invece deve ricredersi…

<<Uomini…uomini!!!…Fidarsi è bene…Ma non fidarsi è meglio!>>.

E’ già notte fonda e Renato ancora non rientra.

Ecco come trascorre le notti e le giornate quando non si ritira in casa.

Adesso è tutto chiaro nella mente di Ilaria.

Ma come dovrà comportarsi quando si troverà faccia a faccia con Renato?…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui