Coucher de soleil perdu

186133

Stasera, un tramonto spettacolare, un dipinto, opera d’arte della natura, in miniatura le isole Eolie, su un mare che donava il respiro del mondo.

Eppure, anche in questa condizione esistenziale ideale, è difficile trovare il senso della vita, è difficile squarciare quel velo di tristezza che avvolge l’anima e copre gli occhi, per cui guardi al tramonto e alla sua bellezza con la razionalità ma non con la sensibilità del cuore.

La quotidianità, colma di varie meschinità, ti fa perdere la leggerezza delle emozioni, tarpa le ali alle sensazioni, oscura l’estetica dell’incanto del paesaggio naturale.

La vita umana può diventare una gabbia, sì, una pena da scontare, un peso sul cuore, angosciosa come il latrare di cani in lontananza nel pieno della notte.

Di conseguenza, la contemplazione del bello risulta dolorosa, contrasto tra ciò che vedi e che esiste tangibilmente davanti a te e l’inerzia di un’anima che non riesce a vivere quanto di eccezionale e di soprannaturale ha di fronte a sé.

Ecco, il tramonto, è, dopotutto, una esperienza perduta e irrecuperabile, sarà un ennesimo rimpianto.

“Solo al tramonto ti accorgi di aver sprecato la tua vita.”
PAGANO FILIPPO
“Il tramonto è un fenomeno intellettuale.”
FERNANDO PESSOA
“Quando il guerriero non si sente felice davanti al tramonto, c’è qualcosa di sbagliato.”
PAULO COELHO

Tommaso Cozzitorto

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleProtagonista
Next articleIl passato. Solo per adulti…
Sono nato a Salerno, ho trascorso la mia infanzia a Sapri e vivo a Lamezia Terme dall'età di dieci anni. Laureato in Lettere moderne ad indirizzo filologico-letterario presso l'Università di Salerno con una tesi dal titolo "Cesare Beccaria e il dibattito sulla pena di morte" discussa con il prof. Valentino Gerratana. Abilitato all'insegnamento in materie letterarie, filosofia e storia, storia dell'arte, insegno Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di primo grado. Mi occupo anche di critica letteraria e di arte attraverso conferenze e presentazioni di libri. Ho scritto prefazioni a romanzi e saggi, collaboro al mensile "Lamezia e non solo" da diversi anni. Sono stato protagonista nella trasmissione televisiva Confidenze Culturali ed ho presentato la rubrica "Imagine" su Ermes TV. Per dieci anni ho curato la rassegna "DiMartedìCulturando" in un noto locale di Lamezia Terme. Ho fatto parte della Commissione Calabria "Premio la Giara" indetto dalla RAI. Ho pubblicato due libri: Palcoscenico e Along the way. Nel 2011 ho ricevuto il "Premio Anthurium" città di Lamezia Terme e successivamente il "Norman Academy" a Roma, entrambi per meriti culturali. Ho ricevuto nel dicembre scorso un riconoscimento dal Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme nell'ambito del Festival della Scienza. In ambito prettamente scolastico sono stato Valutatore ed esperto in PON e POR.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here