Che il Signor Bianchi addestri i suoi cani…

170368

Purtroppo, devo ritornare su una questione che ho già affrontato qualche settimana fa, su questo blog, ma ritengo sia necessario farlo: la cosiddetta “alta scuola di formazione” per gli insegnanti. Ho già espresso ciò che penso a riguardo, qualcosa voglio aggiungere.

La brutalità con cui si è mosso il Governo mi fa pensare a come siamo giunti ad un tasso di democrazia ormai ridotto al lumicino, oltre al fatto che questa classe dirigente rappresenti la diseducazione imperante nella odierna società: basti pensare al termine “addestrare” utilizzato dal Ministro Bianchi nei riguardi del corpo docente. Una barbarie.

Il Signor Bianchi dovrebbe addestrare i suoi cani, eventualmente, non certo noi insegnanti.

Non esiste più un solo partito politico che abbia la capacità di sottolineare quanto di indecente stia avvenendo. Sono tutti uniti nella medesima cieca ignoranza.

E i Sindacati? Poche parole, fatti, praticamente, zero.

Di conseguenza, ci troviamo di fronte ad un Parlamento svuotato e annientato.

Tutti sottomessi ad interessi provenienti dall’alto, cosa estremamente evidente.
Che triste e squallida miopia!
Povera scuola che vuole docenti addestrati…

Che orrore, che vergogna, che tragedia.

Non dimentichiamo che “ignoranza + interesse” producono catastrofi di questo genere.

Lo ripeto, visti i risultati, la facciano loro la scuola di alta formazione, permanente, infinita…

Giacché abbiamo poche speranze di vederli sparire…

Tommaso Cozzitorto

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleLa Taverna Luminosa: un brindisi gratuito con tutta la città
Next articlePremio alla carriera dal Prato Film Festival per Anton Giulio Grande
Sono nato a Salerno, ho trascorso la mia infanzia a Sapri e vivo a Lamezia Terme dall'età di dieci anni. Laureato in Lettere moderne ad indirizzo filologico-letterario presso l'Università di Salerno con una tesi dal titolo "Cesare Beccaria e il dibattito sulla pena di morte" discussa con il prof. Valentino Gerratana. Abilitato all'insegnamento in materie letterarie, filosofia e storia, storia dell'arte, insegno Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di primo grado. Mi occupo anche di critica letteraria e di arte attraverso conferenze e presentazioni di libri. Ho scritto prefazioni a romanzi e saggi, collaboro al mensile "Lamezia e non solo" da diversi anni. Sono stato protagonista nella trasmissione televisiva Confidenze Culturali ed ho presentato la rubrica "Imagine" su Ermes TV. Per dieci anni ho curato la rassegna "DiMartedìCulturando" in un noto locale di Lamezia Terme. Ho fatto parte della Commissione Calabria "Premio la Giara" indetto dalla RAI. Ho pubblicato due libri: Palcoscenico e Along the way. Nel 2011 ho ricevuto il "Premio Anthurium" città di Lamezia Terme e successivamente il "Norman Academy" a Roma, entrambi per meriti culturali. Ho ricevuto nel dicembre scorso un riconoscimento dal Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme nell'ambito del Festival della Scienza. In ambito prettamente scolastico sono stato Valutatore ed esperto in PON e POR.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here