Bando 2022 della Fondazione Calabria Film Commission

196278

Presentato oggi a Venezia dalla Fondazione Calabria Film Commission il nuovo bando 2022 per il sostegno alle produzioni audiovisive nazionali ed internazionali che utilizzeranno la bellezza paesaggistica della Calabria come location per le loro riprese.

Questo nuovo intervento poderoso, ampliato fino a ben cinque milioni di euro, è il più importante stanziamento da quando è stata attivata l’istituzione regionale che si occupa di promuovere l’audiovisivo in Calabria.

Alla presentazione, che si è svolta nell’Italian Pavilion dell’Hotel Excelsior, hanno partecipato il Commissario straordinario Anton Giulio Grande, il Direttore della Fondazione Luciano Vigna e Cristina Priarone Presidente Italian Film Commissions.

Il Bando presenta diverse linee di intervento sia per i film/lungometraggi e fiction, che per documentari e cortometraggi. In particolare per la categoria film/lungometraggio e fiction sono previsti due differenti stanziamenti: da 500 mila euro e da 250 mila euro.

Per il documentario il contributo massimo concedibile è di 50 mila euro, per il cortometraggio 25 mila euro.

L’avviso scadrà alle ore 12.00 del 30° giorno dalla pubblicazione dell’avviso sul sito istituzionale della Fondazione Calabria Film Commission al seguente indirizzo:

www.calabriafilmcommission.it/bandi-avvisi/avviso-pubblico-produzioni-2022

dove sarà possibile trovare tutte le informazioni utili per poter partecipare al Bando 2022.

Da segnalare tra i criteri di valutazione la novità della “valorizzazione dell’identità regionale nella sua dimensione contemporanea, attraverso narrazioni, luoghi e scenari capaci di veicolare l’immagine attuale della regione”.

Vorrei che questo bando rappresentasse un’attrattiva importante anche a livello internazionale per l’immagine di una Calabria moderna, colta e raffinata – ha sottolineato il commissario straordinario Anton Giulio Grande – per la valorizzazione di luoghi straordinari che possano celebrare attraverso una narrazione visiva, la bellezza di una terra ricca di tradizioni culturali, archeologiche e architettoniche“.

6-9-2022

Previous articleSalwa Hussain… la donna con il cuore “in borsa”
Next articleTorna il “Paradiso delle Signore”
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here