Dignità zero

187115

Dalle elezioni del 25 settembre, un dato certo è venuto fuori, in modo palese, se ancora potevano esserci dei dubbi: una buona, troppo alta, percentuale di cattivo giornalismo.

Malafede, disonestà intellettuale, faziosità a bassissimi livelli, la fanno da padrone.

Giornalisti e testate giornalistiche si rappresentano a dignità zero, a professionalità zero, spinti da odio e rancore, chiusi tra le sbarre delle loro asfittiche idee, incapaci, ormai, di quella razionalità che rende una valutazione delle cose nel modo più oggettivo possibile.

In realtà, chi viene colpito da questa spazzatura, non è il malcapitato di turno, l’indegno della serie “comesipermettedivincere”, ma gli stessi pseudogiornalisti che nella loro spazzatura ci sguazzano, penosamente, senza via d’uscita.

Questa è gente che vive nell’illusione di far parte di un mondo superiore, iperuranico, quindi fatevi un’idea riguardo alla loro triste condizione esistenziale. Un’altra tragedia, riguardante questa categoria di persone, è il non saper chiedere scusa: sintomo di una assoluta mancanza di nobiltà d’animo e di alti ideali civili.

Anzi, anche togliendo l’aggettivo “alti”, sarebbe già un buon risultato.

Invece, continueranno a vivere la loro triste realtà.

Come sono lontane le penne di Oriana e di Indro…

“Stampando una notizia in grandi lettere, la gente pensa che sia indiscutibilmente vera.”
JORGE LUIS BORGES
“C’è da avere più paura di tre giornali ostili che di mille baionette.”
NAPOLEONE BONAPARTE

Tommaso Cozzitorto

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleLa notte dei pensieri
Next articleFederico Zandomeneghi (parte seconda)
Sono nato a Salerno, ho trascorso la mia infanzia a Sapri e vivo a Lamezia Terme dall'età di dieci anni. Laureato in Lettere moderne ad indirizzo filologico-letterario presso l'Università di Salerno con una tesi dal titolo "Cesare Beccaria e il dibattito sulla pena di morte" discussa con il prof. Valentino Gerratana. Abilitato all'insegnamento in materie letterarie, filosofia e storia, storia dell'arte, insegno Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di primo grado. Mi occupo anche di critica letteraria e di arte attraverso conferenze e presentazioni di libri. Ho scritto prefazioni a romanzi e saggi, collaboro al mensile "Lamezia e non solo" da diversi anni. Sono stato protagonista nella trasmissione televisiva Confidenze Culturali ed ho presentato la rubrica "Imagine" su Ermes TV. Per dieci anni ho curato la rassegna "DiMartedìCulturando" in un noto locale di Lamezia Terme. Ho fatto parte della Commissione Calabria "Premio la Giara" indetto dalla RAI. Ho pubblicato due libri: Palcoscenico e Along the way. Nel 2011 ho ricevuto il "Premio Anthurium" città di Lamezia Terme e successivamente il "Norman Academy" a Roma, entrambi per meriti culturali. Ho ricevuto nel dicembre scorso un riconoscimento dal Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme nell'ambito del Festival della Scienza. In ambito prettamente scolastico sono stato Valutatore ed esperto in PON e POR.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here