Tutti noi sappiamo che per essere felici è importante pensare e agire positivamente.
Ma avete mai sentito dire che leggere 5 messaggi al giorno sulla morte può rendere felici?

Strano ma vero, e quì di seguito scoprirete perché.

Gli abitanti del Bhutan, un regno buddista tra Cina e India, in cima alle classifiche dei paesi più felici del mondo, conoscono il vero segreto che cancella ansie e preoccupazioni: 
“Per essere felici bisogna contemplare la morte cinque volte al giorno”.

È questo un mantra che gli abitanti si ripetono tutti i giorni per riuscire a prendere del tutto coscienza di cosa sia la morte e averne così la giusta consapevolezza per accettarla e azzerare di colpo tutte le paure.

Sulla base di quest’idea, è nata WeCroak, un’app da istallare sullo smartphone al prezzo di 0.99 €, pensata per inviarti una notifica cinque volte al giorno per ricordarti che potresti morire in qualsiasi momento.

WeCroak invita a contemplare la morte attraverso alcune frasi celebri che trattano quell’argomento.

Secondo due studiosi dell’università del che Kentucky “la morte è un avvenimento psicologicamente devastante e minaccioso ma, quando le persone la contemplano, la reazione immediata è quella di andare alla ricerca di pensieri felici”.

In effetti, leggendo un aforisma sulla morte, la prima cosa che passa in testa è: che bello non sono ancora morto. La seconda è: che figata, quando si muore non ci si preoccupa più. La terza è: sì, ma facciamo il più tardi possibile che ho un paio o tre cose da finire.

Nella ricerca spasmodica della felicità, è quindi interessante provare quest’applicazione. 

E se il “Ricordati che devi morire” proprio non vi piace, potete sempre rispondere come Massimo Troisi in “Non ci resta che piangere”:

Sì sì mò me lo segno proprio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui