Oggi si dà molta importanza alle cose materiali anche in amore.
Ci hanno inculcato delle regole da seguire anche nella scelta di chi dobbiamo innamorarci. Posizione sociale, lavoro, amici da frequentare, fanno la differenza e ci portano a fare delle scelte ben ponderate. Ma è questo l’amore???
La poesia di Catullo che segue dà valore ai sentimenti e non agli invidiosi pettegoli che ci attorniano.

Viviamo, mia Lesbia, e amiamo
Caio Valerio Catullo

Viviamo, mia Lesbia e amiamo,
e ai vecchiacci accigliati e pettegoli
non diamo neanche un soldo bucato.
Il sole può tramontare e risorgere, lui: 
noi, tramontato il nostro breve giorno,
abbiamo da dormire un’unica, perenne notte.
Dammi mille baci, e poi cento,
e poi altri mille, e poi ancora cento,
e poi subito altri mille, e poi cento.
Poi, quando avremmo contato mille migliaia di baci,
confonderemo i conti per non saperne il totale,
e perchè nessuna malalingua ci guardi di malocchio,
sapendo quanti sono i nostri baci.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui