Mentre i giorni
lenti o veloci

passano

e lo specchio
ritrae un viso
che fatichi
a riconoscere.

Barcolli
il filo
con la realtà
hai perso.

Intrecci
fantasie e sogni,
sospiri e lacrime,
sorrisi malinconici
e nostalgie
di luoghi
che non sai raggiungere.

Vita
che al sol pensarci
non sai nemmeno
come hai fatto
ad andare avanti.

A nessuna porta
hai bussato
Erano tutte chiuse.

Poi mi sono chiusa io.

Vita
oggi sorrido ancora
ma i miei occhi
malinconici rimangono.

Le persone importanti
per sempre lo saranno.

Io cammino
sempre più sola
accompagnata
dalle mie illusioni.

Ma ci sono carezze
che sanno raggiungerti
anche attraverso la corazza.

Non sono per tutti
Non siamo di tutti.

E l’estate che esplode
lo dimostra.
Ognuno vive la sua vita.
Tanti il riflesso
di quella altrui.
Quello che è consentito.

Gioisci
di quello che puoi.?

Intanto dubbi e paure
detengono il primato.
Sanno come vincere.

Antonella Ariosto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui