Nel sogno il sangue girava inverso.

Cucinavo per uno che non arrivava mai.

Cucivo insieme pezzi di abiti orrendi

che non avremmo indossato mai. 

Nel vino la verità più viva di noi prendeva fiato

mentre venivano figli non miei alla mia mensa. 

Nel sogno ero meno bislacca e più ironica

nessuno voleva ricucirmi la ferita

che continuava a versare sangue inverso.

Devo imparare a scrivere in endecasillabi, 

ma non so contare.

Mi manca un punto di riferimento culturale

nel sogno come nella vita. 

Ci vuole almeno una passione, una sola…

Maria Attanasio

 
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui