Maria, “nostra Signora” della TV…

Eccola qua Maria De Filippi, ritorna puntuale come ogni anno a gennaio, potremo quasi definirla la befana della TV, a “C’è posta per te“.

Guardatela è lì, mentre cammina avanti e indietro raccontando una storia, il postino (quello carino ormai si vede poco purtroppo) che pedala per le varie stradine alla ricerca del destinatario, nello studio la busta gigante che si apre e si chiude, a seconda dei desideri dei protagonisti.

Il suo è un programma dei sentimenti, del perdono, delle dichiarazioni d’amore, delle richieste di matrimonio, aiutate dai bambini che adornano di fiori lo studio…

Il cuore del programma è la narrazione delle storie di persone comuni.

Non mancheranno i sentimenti, le sorprese, i colpi di scena, spunti di riflessione, attimi di commozione e perchè no, di risate.

Ci sarà chi sogna di ritrovare un amore perduto o un parente lontano, chi cerca di ripianare antiche ruggini in famiglia e chi vuole ringraziare qualcuno con una bella sorpresa, facendogli incontrare il proprio idolo.

Nelle scorse 22 edizioni di personaggi famosi ne abbiamo visti tantissimi, fra cantanti, sportivi, volti noti della politica e del mondo della cultura.

E quanti attori!

Da Sophia Loren a Julia Roberts, da Robert De Niro a Nicole Kidman, e poi Dustin Hoffman e John Travolta.

Anche quest’anno si avvicenderanno in studio molti ospiti, tutti graditi invitati di «Queen Mary», come i fan chiamano la padrona di casa.

“Nostra Signora” della TV è abitudinaria, raramente stravolge i suoi format, forte dei suoi dati Auditel e nemmeno nel prossimo anno lo farà.

C’è posta per te funziona, ormai è noto, e Maria De Filippi dimostra ancora una volta che per piazzare un successo televisivo bastano pochissimi ingredienti, le storie giuste strappalacrime spesso di persone semplici, la sua capacità di raccontare le storie con la erre “moscia”, con la sua voce roca e un paio di ospiti simpatici che sappiano conquistare il pubblico televisivo senza pretese, insomma non “intellettuale”.

“Zia Maria” divide da sempre, lei piace o non piace, non ci sono vie di mezzo con Maria.

C’è chi la reputa la “RONALDO “assoluta del piccolo schermo e chi le contesta i mali della TV italiana.

Come quasi sempre accade è necessario distinguere tra i vari prodotti televisivi di “Maria la Sanguinaria”, così la definisce un giornale…

E’ un trionfo annunciato, perché Maria non perde una sfida del sabato sera ormai da 21 anni, ma è merito anche degli ospiti, ad esempio chissà con chi inizierà la nuova stagione?

Per il resto, sarà il solito “C’è posta” con la solita Maria, il suo pubblico che invita il cuore di pietra di turno a perdonare, e in genere sono gli uomini meridionali a non perdonare. Negli anni della sua messa in onda C’è posta per te, ci ha mostrato qualsiasi tipo di situazione nelle centinaia di storie raccontate in quello studio televisivo.

Quanti protagonisti e quanti caratteri, dai più fragili ai più rabbiosi, dai più allegri a quelli più complicati. Insomma, di acqua ne è passata sotto i ponti e il programma ha così avuto la possibilità di raccontare un’Italia di amori, tenerezze, ricordi, rancori, felicità e lacrime. Se C’è posta per te è diventato il cavallo di battaglia di Canale 5 un motivo c’è, ed è quello di saper far breccia nel cuore del suo pubblico concentrandosi sull’umanità delle persone.

Infatti molte volte i telespettatori non son riusciti a contenere la rabbia di fronte alle menti dei destinatari della posta che per un dato motivo non avevano nessuna intenzione di fare un passo avanti verso chi, dall’altra parte della busta, tentava disperatamente di riavere un affetto dopo anni.

Quante invece sono state le volte in cui le storie hanno lasciato scendere una lacrima?

Si, C’è posta è tutto questo, ed è ciò che rende il programma tanto amato dagli italiani da molti anni.

Ma tutto questo basta per gli adepti ? (io, io, io ) di “Defilippology” , l’unica religione riconosciuta nella TV italiana.

Evvai di Kleenex con Maria 🙂 …

Angela Amendola

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui