Terremoto in Albania

Moltissime vittime nel recente terremoto in Albania.
Colpita duramente la città di Durazzo, seconda città più importante di questo Paese.
Il sisma molto forte, 6,5 grado della scala Richter, è proseguito per giorni con scosse di assestamento molto forti.
Sono scosse che minano nel profondo persone già sconvolte dal dolore.

Ovunque macerie in uno scenario straziante.
Il bisogno di aiuti concreti alla popolazione in questi casi è urgente.

Solidali i nostri Vigili del Fuoco, 175 per l’esattezza, che si sono offerti di partire per aiutare i colleghi albanesi e la popolazione.

Sono stati proprio alcuni di loro che, scavando tra le macerie di un palazzo, hanno ritrovato su un letto, i corpi di una mamma e dei suoi tre figli abbracciati.

Visibilmente scossi, loro stessi, hanno raccontato questo toccante episodio ad una TV che li intervistava.

Uomini che tutti i giorni lottano con il dolore e le sciagure, eppure ancora capaci di commuoversi. Eroi con un cuore umano.

Uomini che lavorano con abnegazione totale seppur, a mio avviso,  ricompensati pochissimo per il rischio che ad ogni intervento corrono.

Uomini definiti eroi nei vari terremoti d’Italia, definiti eroi ancora oggi in quello di Albania.

Santa Barbara la loro protettrice che si festeggia il 4 dicembre .

TERREMOTO

Si agita la terra
si contorce,
dondola, sussulta,
in profonde ferite si squarcia,
trascinando nel suo ventre
case,edifici, monumenti,
persone.

Come un drago famelico e perfido
lascia dietro se morte,
rovine e macerie.

Piange
impotente ed attonito
il mondo
i suoi morti.

Amare lacrime
per i superstiti
han salva la vita
ma si ritrovano nulla.

Antonella Ariosto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui