Sono molto molto preoccupato…

206978

Sì…sono molto preoccupato.

A volte mi chiedo se questa preoccupazione sia un sintomo “quasi psichiatrico” di una impostazione caratteriale diciamo “disagiata” oppure vivo in un mondo fatto da allegri “beoni”, nei quali, evidentemente, non mi ci riconosco.

Da Putin a Conte, passando per gli 80 milioni di euro di crediti vantati da Acquedotto Lucano nei confronti della Regione Puglia fino alla kiss cam, oggettino montato su un drone che nelle recenti manifestazioni canore a Piazza del Popolo a Roma, avrebbe ripreso tutti coloro che si baciavano…alla faccia di Omicron 5…

Putin bombarda “alla dove piglia piglia”, Conte tenta di fare il leader di un movimento ormai inconsistente che leader non ha,  Acquedotto Lucano – sull’orlo del fallimento – “si accorge” nel 2022 di vantare crediti per circa 80 milioni di euro dalla Regione Puglia maturati “nei decenni precedenti” e mai pagati…uuhhmm mi sa che il cretino non sono io !!!

In Basilicata…la terra delle acque!!!

Ah…La Basilicata è la Regione con la maggior dispersione di acqua potabile, pari al 56,3% del volume immesso nelle reti di distribuzione comunali…secondo me mia madre, che ha superato da qualche anno gli 80, avrebbe fatto molto meglio come Amministratore Unico di AQL!!!

No!

Credo davvero che questo sia il mondo dei raccomandati, degli incompetenti, dei raccomandati perché incompetenti, “degli allegri beoni”, inutili chiacchieroni a volte veri e propri “impotenti di partito per scelta perché aspiranti ad un posto al Senato” a volte che mandano al macello migliaia di giovanotti russi e non solo di cui padri e madri non avranno più alcuna notizia.

Corpi abbandonati o bruciati per farli “sparire”. Media censurati e famiglie costrette a non denunciare anche se non hanno notizie dei propri cari al fronte da settimane. È così che Mosca insabbia i propri morti e cerca di nascondere le sorti del conflitto agli occhi della propria opinione pubblica.

Quella che doveva essere una guerra lampo si è trasforma in una “carneficina”, con costi immensi non solo economici ma – soprattutto – di vite umane.

Vite spesso giovanissime, quasi adolescenti al fronte: si stima che un quarto dei soldati di Mosca siano giovani di leva (tra i 18 e i 27 anni) mandati a combattere senza esperienza militare né addestramento, spesso con l’inganno, dicendo loro che si tratta di un «addestramento speciale».

Continuiamo?

Amadeus chiama la Ferragni a Sanremo mentre il mio compaesano, lucano di Castel Lagopesole, tale Fedez, non sa chi è Giorgio Strehler…uuhhmm sono sempre più convinto che il vero cretino non sono io !!!

E la liberalizzazione della cannabis? Beh ovvio fra inflazione alle stelle,  la guerra in Ucraina, il Covid che imperversa e Amministrazioni Regionali, fra cui la mia, che ancora non sanno cosa vuol dire PNRR, il vero problema è liberalizzare la cannabis per “depotenziare lo spaccio”. Che scemenza, soprattutto adesso!

Come a dire non puniamo chi fa una rapina dal tabaccaio se – poverino – il rapinatore ha un ISEE sotto i 5000 euro !!!

E non voglio “scatenarmi” sulle esilaranti esternazioni di Lavrov – Ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa –  e di Dmitrij Anatolevič Medvedev, terzo Presidente della Federazione Russa, vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa dal 2020…marziani proprio…

E che dire della Francia che fra baci e abbracci fra Macron e Draghi, ci ruba la cima del Monte Bianco spostando i confini e ci nega l’estradizione degli ex terroristi rossi in Italia “per motivi umanitari”???

Ma in che senso umanitari?

E mentre Biden russa ed “arieggia” da tutti i “pertugi”  e i “giovani moderni”, i millennials, comodi sui loro lettini consumano le unghie sul cellulare invece di dedicarsi alla politica, al sociale, … direi proprio no…non sono io il disagiato ma di certo vivo in un mondo di veri beoni…per non dire altro!

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here