In molti, a esito elezioni 2018, lo avevano previsto.

Altri speravano che questa strana accoppiata, sposati da un contratto politico, avrebbe trovato il modo di governare il nostro Paese.

Fra i “sto matrimonio non s’ha da fare”, per citare una celebre frase de “I Promessi Sposi” del Manzoni, e i “gli opposti si attraggono” detto popolare, la realtà è che il Governo è in crisi.

Ad aprire la crisi è il leader della Lega Matteo Salvini, nonché Ministro dell’Interno.

Chiede agli italiani pieni poteri e di andare prima possibile al voto.

Troppi i “no” a parere di Salvini da parte dei rappresentanti del Movimento Cinque Stelle: no alla Tav; no alla riforma della giustizia; no alle autonomie; no a troppi tagli; no alla ricerca del petrolio; no alla termovalorizzazione dei rifiuti; no all’assunzione dei precari della scuola

In due lunghi colloqui con il Premier Conte, viste le dure parole anche di quest’ultimo ieri sera nel suo Comunicato, si evince che è scontro aperto ormai.

Salvini declina anche l’offerta di quest’ultimo ad un eventuale rimpasto o di modificare la Legge di Bilancio.

Conte porterà la crisi in Parlamento nei prossimi giorni, sottolineando che non spetta a Salvini convocare le Camere né tantomeno sindacare sull’operato di un Governo che ha lavorato e continua a lavorare bene.

Ribadisce che la crisi verrà gestita con massima trasparenza affinché emergano i veri motivi, sottolinea Conte ovvero il voler sfruttare a suo favore il consenso di cui sta godendo Salvini che lo hanno portato a una scelta così drastica.

Salvini non lo nasconde.

Dichiara di esser pronto ad andare subito al voto anche da soli, anche se non esclude di scegliersi dei compagni di viaggio.

Sicuramente le Camere non si riuniranno prima della fine della prossima settimana.

E si sa, la politica è sempre evoluzione.

Non ci resta che attendere!

Si parla già di elezioni a fine ottobre.

Divorzieranno o no?

La risposta fra qualche giorno…

MARIA LUANA FERRARO

Articolo precedenteNo, tesoro…
Articolo successivoSta male l’uomo che non ha mai capito le donne
Maria Luana Ferraro
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui