Esistono tre livelli che regolano la nostra vita sociale.
Il primo è quello più basso, il livello personale del sentire determinato dalle energie, capacità e intelligenza personale e dalla educazione ricevuta.
Il secondo è quello medio del reale ovvero di come da soli si affronta la vita sulla base del proprio sentire cosa che crea le mappe mentali personali.
Il terzo è quello più elevato. È il livello della relazione in cui ci si trova ad affrontare e condividere episodi di vita con altre persone che possono essere più o meno intime.
Il successo relazionale dipende da quanto si sovrappongono le mappe mentali e da quanto siamo disposti a ridefinire i confini sulla base dei sentimenti reciproci.
Il fallimento relazionale è figlio della mancanza di fiducia sia verso sé stessi ma soprattutto verso l’altro che nasce quando si ha la presunzione di ritenere le proprie mappe mentali le migliori oppure che l’altro agisca in modo diverso da noi con deliberata intenzione offensiva.
In sostanza quando manca il sentimento.

Giuseppe De Nicola 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui