Settembre, il primo fresco e l’autunno alle porte. Una domenica mattina fuori, facendo colazione al bar con gli amici; lo hanno aperto da poco, dovevamo “provarlo” per forza. Ma facciamo un passo indietro.

Non sono di certo una persona mattiniera, per me svegliarsi alle nove è un ottimo risultato! Se aggiungiamo che fosse domenica… beh, diciamo che sono più per gli aperitivi dalle 18 in poi (ahi, santa pigrizia!).

Ma gli amici sono altrettanto sacri e ricerche attestano che mangiare fuori con le persone più strette e intime che abbiamo, produca felicità e allevi lo stress; e quindi avanti, forza tutta!

In fondo, settembre mi piace, adoro i miei amici e chiacchierare con loro al bar; le tazzine ormai vuote da ore, le briciole dei cornetti sul tavolo e le cameriere che ti guardano con quel non so che sa molto di “siete qui da ore, non sarebbe il momento di alzarvi?”. E tu che le fissi con quel mezzo sorriso e un’aria da “stiamo parlando di politica e progettando il nostro viaggio per l’estate prossima e .. beh, non ricordo di cos’altro ancora”.

Torno a casa con una sensazione di leggerezza e penso a quanto sia vera la frase “gli amici sono più importanti dei fidanzati”, non so se l’abbiate mai letta, anche di sfuggita.

Gli amici sono casa, la famiglia che ti scegli, e mentre stavamo lì, discutendo e battibeccandoci, parlando del nuovo governo, delle serie su netflix, del camper che vorremmo affittare ma di cui non conosciamo i consumi, dell’influenza, più o meno consapevole, in cui ci troviamo rispetto alla società, in una domenica mattina di inizio autunno, penso intensamente a quanto siano importanti gli amici nella vita.

E quindi se volete bene a qualcuno, diteglielo, magari solo con quella persona potete commentare quel determinato fumetto giapponese.

Se avete litigato per quella ragazza, fate pace; le snob passano, gli amici restano.

Se avete paura di fare quella chiamata, prendete subito il telefono e digitate il numero.

Ilaria Piscioneri

Articolo precedenteAnnibale Carracci
Articolo successivoQuei mostri interiori vanno affrontati
Ilaria Piscioneri
Sono nata a Messina nel 1995. Ho conseguito la maturità classica nel 2014 e attualmente frequento la Facoltà di Lettere e Filosofia. Nel Settembre 2018 ho pubblicato il mio primo romanzo perché la scrittura, per me, rappresenta una via di sfogo e, allo stesso tempo, una fonte di gioia. Amo essere attiva nel territorio per raccontare la mia esperienza di giovane esordiente scrittrice in programmi delle TV locali e nelle scuole. Mi occupo, inoltre, di una rubrica cinematografia in onda sul canale radio dell'Università della mia città natale e scrivo su SCREPmagazine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui