Una donna sa sempre quando è il momento di andarsene.

Sa quando ormai un posto non fa più per lei, sa quando un rapporto non ha più niente da offrirle, sa quando un uomo vuol prendersi gioco di lei.

Una donna tutto questo lo sa, e sa anche tanto altro.

Una donna sente tutto, altro che sesto senso.

I dubbi sono premonizioni per una donna.

Ma quante volte fa finta di nulla?

Quante volte ripete a se stessa che le cose cambieranno pur sapendo che non andrà così, quante speranze si da una donna quando non vuole perdere, rinunciare a ciò che ha o che vorrebbe avere?

La donna ama illudersi, anche se questo la porta a soffrire.

Per una donna cadere per poi rialzarsi, piangere per poi sorridere, amare per poi perdere è una battaglia in atto da secoli.

Non importa se vinca o perda, una donna tenta, tenta anche con il mondo contro e con la paura di perdere.

Ma adesso sa bene quando lasciare la scena prima che sia troppo tardi…

Caro uomo
ti capita mai di pensare a quella persona che ti ama così tanto?
Sai, questa donna è là fuori e ti ama davvero, ti ama con tutto il suo cuore. Ma lei non ti aspetterà sino all’infinito, non ti rispetterà se tu la tratti con superficialità e brutalità.
Si, a volte una donna smette di aspettare.
Lei smette di aspettarti già quando non le mandi più i tuoi messaggi del buongiorno o della buonanotte.
E così lei finisce per addormentarsi da sola, senza sperare che arrivi quel messaggio desiderato.
Lei smette di aspettarti, quando non le chiedi come sta.
Lei va via quando non sente più di essere una priorità nella tua vita.
Quando sente di essere data per scontata, si sente svilita.
Gli uomini pensano che una donna sarà sempre li, una “cosa di proprietà”, ad aspettarli ma non è così.
Eppure per far felice una donna basta poco.
Una chiamata, appena ne avete il tempo, per farle capire che la state pensando, per esempio…
Una telefonata che una donna non vi chiederà mai, poiché si aspetta che siate voi a capirlo.
Perché sa di meritare molto di più di quello che le state dando.
Sa che merita di sentirsi importante.
Quando è stata l’ultima volta che le hai detto che ti piaceva quello che indossava?
O a quella volta che l’hai fissata in modo tale da farla sentire come se fosse l’unica donna al mondo.
Non ti ricordi nemmeno quando è stata l’ultima volta che le hai chiesto come si sentiva.
O ancora che l’hai abbracciata. Ed è proprio a causa di queste piccole mancanze che una donna può decidere di andare via anche se ama.
Peccato che solo allora capirai di aver dato troppo per scontato la sua esistenza nella tua vita.

Tu da sempre come un canto
Sciogli la malinconia
Dai sorriso al sole spento
Sai guarire la realtà
Ecco perché canto di te
Quasi d’amore
A metà di un sentimento
Tu da quale parte stai
Forse cento forse un giorno
Tutto o niente poco importa sai
Ecco perché nascono in te
Nespoli rosa
Da parte mia che vuoi che sia l’attesa
E parlami dal cuore
Io ti proteggerò
Somigli al nuovo amore
Potrei morirne anche per un po’
Per poi ricominciare
Parlami ancora di te
Consuma il tempo
Comunque sia l’anima
è qui nel tuo cielo
E parlami dal cuore
Sei il mio filo appeso al vento
Sei quel sogno che non c’è
Sei il mio nuovo, sei il momento
Sei quell’aria che non sei
Cercami in te come se in me
Fossi sospesa…

L’attesa di Bocelli

https://www.youtube.com/watch?v=jquhvdb2WMo

1 commento

  1. La nostra favola

    Campo di battaglie,
    susseguirsi di giorni già morti,
    tomba di desideri ingrati.

    Germano (pseudonimo di Michele DI GIUSEPPE)

    Parafrasando Carlile:
    “Noi viviamo fra due silenzi: quello delle donne (stelle) e quello delle tombe”.
    Michele DI GIUSEPPE

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui