Lascia che le tue dita mi scoprano
e tocchino le curve dell’anima
le cicatrici del cuore
le tortuosita’ della mia mente.
Stringimi
come chi non vuole lasciarti andare
e tienimi così sospeso
nel tuo mondo speciale.
Parlami
come faresti ad un animale sperduto
e dimmi che ci sarai sempre.
Amami
come solo tu puoi fare
come fossimo i protagonisti
di una poesia d’amore.
Come se il tempo non esistesse.
Come io fossi
la tua linfa……vitale
Maurizio Gimigliano @ Copyright

Articolo precedenteDonne e religione
Articolo successivoA ognuno il suo paradiso
Maurizio Gimigliano
Sono Maurizio Gimigliano, ingegnere chimico da sempre appassionato d’arte. Forse essere sempre a contatto con formule e numeri ha fatto emergere la necessità di esprimere la parte creativa nascosta dentro me. E dopo anni di strumenti musicali (chitarra e sax), ho iniziato a scrivere poesie d’amore provando a descrivere le emozioni e le sensazioni che si vivono nelle varie situazioni ed esperienze amorose. Amore inteso in ogni sua forma ed espressione purché sentimento intenso e coinvolgente. Dal 2018 scrivo su SCREPmagazine e sono socio di Accademia Edizioni ed Eventi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui