Stanotte arriverà la superluna di ” sangue “: sarà la prima eclissi del 2019 e sarà totale dal momento che l’ ombra della terra coprirà completamente la luna.
In Italia il fenomeno si potrà osservare dalle 3: 36 alle 8:48 del 21 Gennaio.
Potremo così volgere gli occhi al cielo per rimanere catturati da un bagliore rossastro.
L’ etimologia della parola eclissi deriva dal greco èkleipsis che significa abbandono, mancanza. Perché l’ eclissi di luna rappresenterebbe per noi la chiusura, l’abbandono del passato.
La nostra sensibilità subirebbe una forte influenza, al punto che l’energia lunare potrebbe addirittura spingerci a fare scelte importanti, rendendoci disponibili a cambiamenti.
Le eclissi lunari hanno da sempre affascinato le culture di tutto il mondo. Leggende e miti hanno trovato ispirazione e l’evento viene spesso guardato con diffidenza, in quanto segno di cattivo presagio.
La luminosità notturna di Selene potrebbe avere un effetto sul nostro ritmo circadiano, regolato dall’ alternanza quotidiana di luce e buio.
Cosa potrebbe accadere?
Potremo avvertire una sensazione di spossatezza, sbalzi di umore, irascibilità, inquietudine durante il sonno. Le donne gravide non dovrebbero esporre il loro grembo alla luce lunare per non compromettere la vitalità del feto.
Bisogna irridere tali credenze oppure in esse esistono delle verità che non trovano però una plausibile spiegazione?
Ma noi non ci sottrarremo al meraviglioso spettacolo: la magia e l’ incanto del cielo notturno sarà teatro di uno spettacolo imperdibile.
Selene si svestirà delle sue vesti fluenti, candide o argentee per indossare il rosso sangue, il colore forte, quello delle occasioni importanti.
Sarà festa grande nel cielo!
Cosa vi è in te, o luna, che turba così violentemente il mio cuore ( John Keats )?

Piera Messinese

Articolo precedenteRoma.
Articolo successivoLa leggenda di Narciso
Piera Messinese
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui