Clikka sulla Foto per leggere la puntata precedente:  

Improvvisamente…Tu (Parte 7a)

Le settimane volarono e giunse il momento della sua partenza per Nizza.

   Era molto contento, schizzava gioia da tutti i pori. In realtà anche io lo ero, almeno avrebbe ampliato il numero dei suoi  lettori incrementando anche le vendite del libro.

   Come mi sarebbe piaciuto andare con lui…Che strano, per la prima volta non mi aveva chiesto di accompagnarlo!  Solitamente lo seguivo ovunque, ma in quel momento,  non mi posi la domanda.

   Lo accompagnai all’aeroporto e ci salutammo teneramente. Mi fece tante coccole e mi raccomandò i bambini.

   Che bello quando si preoccupava di noi…Lo sentivo molto vicino in quei momenti!

   Lo lasciai con un pò di magone, ma quando mi misi in macchina per tornare a casa, pensai ai miei figli e mi tranquillizzai. Erano loro la mia forza!

   Insieme avremmo affrontato quei giorni interminabili in cui la sua assenza si sarebbe avvertita pesantemente.

   Rientrata a casa, vi erano ancora i miei genitori che all’ultimo momento decisero di prolungare la loro permanenza in casa mia, approfittando dell’assenza di mio marito.

   Naturalmente ciò mi rese felice…Almeno avremmo  sentito meno la sua mancanza.

   Intanto il mio Roby giunse a Nizza per sera, e mi contattò subito. Sul tardi arrivò in hotel e mi telefonò una seconda volta augurandomi la buonanotte.

   Era proprio un amore! Lo amavo alla follia, le sue premure non facevano che rafforzare i miei sentimenti nei suoi confronti. A distanza di anni eravamo ancora molto affiatati e mi ritenevo molto fortunata.

   Quella notte, non so perchè, ma non riuscii a prendere sonno e qualora mi addormentavo, mi svegliavo di soprassalto. Era inconsueto per me, tutto questo…Solitamente il mio sonno era sereno. Evidentemente il mio subconscio, mi avvertiva che sarebbe accaduto qualcosa di strano.

   Superata quella notte, tutto tornò regolare e al mattino telefonai al mio amore. Era prestissimo, e lo trovai ancora assonnato.

   Avergli parlato, mi faceva sentire rassicurata e cominciai  la mia giornata come di routine.

   Naturalmente per Roby sarebbe stato tutto diverso.

   Dopo avere fatto colazione in hotel, si mise in contatto con Stefano, il suo amico scrittore, con il quale si diedero appuntamento alla “Place Massèna”, la piazza principale di Nizza, circondata da portici sotto i quali ci sono negozi, caffè, ristoranti e trascorsero il pomeriggio insieme, visitando le bellezze del luogo, dopo avere pranzato.

   Si avvicinava l’ora del ricevimento e con molta emozione si salutarono per prepararsi all’evento che si sarebbe svolto  di sera, in un sontuoso hotel “Ellington Nice Centre” dove sarebbero intervenuti artisti di vario genere.

   L’hotel distava circa mezzora da dove alloggiava Roby, cosicchè si fece chiamare un taxi dalla reception e con aria da gran signore, un’eleganza strepitosa e una fortissima emozione, si diresse a quell’avvenimento tanto agognato…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna

Articolo precedenteLa dieta del Sol Levante e i tumori maschili
Articolo successivoJoker
Grazia Bologna
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho partecipato a vari concorsi di Poesie. Nell’ultimo - “Canti a lu Ventu” - dell’Aprile 2018, ho avuto un riconoscimento particolare con la mia Poesia “L’Attesa”. Imprendidtrice in attività di Call Center nel ruolo di “Guidance Counselor”, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private per trattare le varie problematiche legate alla famiglie. Da Marzo 2018 collaboro con “SCREPmagazine” curando la rubrica “Racconti di vita vissuta”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui