Soffia il vento del cambiamento!

Tutti attenti e pronti a manovrare verso i grandi cambiamenti che doveva produrre questa crisi di Governo.

Invece assistiamo a narrazioni di vecchio stampo rispolverate, marcie indietro, passi in avanti, contestazioni, dichiarazioni dubbie e manovre che trapelano.

Governare l’Italia prima o poi diverrà una cosa seria?

Eppure si assiste nuovamente a tutto ciò come all’ennesimo “tira e molla”, giochi di forza e lotte di poltrone, di cui ci siamo stancati già nei tanti anni passati.

Sembra di esser all’asilo: bambini che litigano per lo stesso giocattolo!

Ma gli italiani sono i veri giocattoli…

Appare necessario prendere una posizione chiara per il bene di questo Paese…posate i giocattoli per favore!

Maria Luana Ferraro

Articolo precedenteElvis Presley: in arrivo il Biopic sul Re del Rock &Roll
Articolo successivoPoesia estiva di Vincenzo Cardarelli
Maria Luana Ferraro
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui