Follettina una donna “Normale “
Le nostre scelte si ripetono e sono cicliche. A volte siamo attratti dagli eroi tutti giovani e belli, e quindi da figure epiche, distaccate dalla miseria e dalla noia della quotidianità. Altre volte, invece, ci attraggono gli anti eroi, le persone cioè che trovano l’eroico nella quotidianità, superando la noia assorbiti totalmente dalla vita quotidiana. È la commedia della vita e la letteratura è riflesso della cultura dell’epoca e del sentire umano. E cos’è il web se non una letteratura in video? Follettina potrebbe incarnare un personaggio di Verga o di Hugo.
Non so come mai quando l’ho vista ho pensato a Patito Feo, a Laura Escrivel, star della serie tv “Il mondo di Patty”, oppure a “Ugly Betty”, la cozza della serie televisiva che ha avuto successo in tutto il mondo. Sul set l’attrice è davvero brutta, ma nella realtà è bellissima.

Ciò non si può dire di Follettina… Ma c’è sempre un ma…

Chi è la la regina di youtube?  

No, mi spiace signori, non è Paris Hilton, Belen, o Elettra Lamborghini, è lei, semplicemente Follettina…
Non sei nessuno, se non siedi almeno una volta sul salotto televisivo di Barbara D’Urso. E proprio lei, all’incirca un mese fa l’ha invitata nel suo salotto di Pomeriggio 5. Sí ha invitato proprio lei, scatenando maggiormente la curiosità del pubblico. Ma chi è esattamente la youtuber Follettina? 
Follettina Creation è il suo celebre nickname, dietro cui si cela la vera identità di Maria Grazia Catalano. Nata il 2 aprile 1980, segno zodiacale Ariete, città d’origine Palermo. Follettina vive in provincia di Udine, epicentro della sua ascesa come youtuber. Il suo, infatti, è uno dei volti noti dei social, e su Instagram, come sul suo canale YouTube, vanta un seguito da capogiro. Cosa la rende così speciale? La sua ‘straordinaria’ normalità: niente fisico da copertina, niente filtri. Lei è così come la vedete: naturale, umanamente imperfetta e lontana anni luce dallo stereotipo dell’influencer… Maria Grazia è sposata, e suo marito sembra collaborare dietro le quinte di alcuni video che posta sul web. L’avventura web di Follettina è iniziata nel 2015, all’età di 35 anni, con l’apertura del canale YouTube in cui condivide video della sua vita quotidiana. La crescita di iscritti è stata incredibile, forse inaspettata, tanto da meritare l’attenzione dei più curiosi esploratori del web. Il suo approccio privo di sovrastrutture, l’ha resa un fenomeno virale, per alcuni la vera regina del trash. Il suo successo inarrestabile sui social sembra aver dato agli utenti la misura di una popolarità a portata di mano, soprattutto alla portata di tutti.Tra i contenuti che hanno generato maggior fermento online, alcuni video in cui si diverte a fingersi mamma di bambole reborn. Si tratta di clip che hanno superato il milione di visualizzazioni. 
“Per fare video, mi sembra sciocco e stupido truccarmi. Indossare tacco 12 mentre spazzo i pavimenti ? No. Preferisco farmi vedere al naturale, per come sono io“. Questa la sua filosofia, questa la sua formula vincente. Come ribattere alle sue parole? Lei e la sua normale quotidianità sta raggiungendo lo stesso successo di molte influencer sempre imbellettate e photoshoppate…
Se pensate che questa settimana si è raggiunto l’apice del trash con le varie trasmissioni tv, volgete lo sguardo alla musica. È stato infatti lanciato nelle ultime ore il primo singolo di Follettina Creation su Spotify e su YouTube.
La canzone si intitola “La regina di YouTube” e, neanche a dirlo, è autobiografica. La youtuber sembra non accontentarsi più dei 2 milioni di visualizzazioni e ha deciso di produrre la sua prima fatica discografica.
Mah… donne che cambiano… Chissà…  ? 

Angela Amendola

Articolo precedentePavel e Giorgio
Articolo successivoAlfred Sisley
Angela Amendola
Mi chiamo Angela Amendola e vivo in Calabria dove sono nata. Appassionata di letteratura, poesia, musica ed in genere di tutte le espressioni artistiche , mi sono dedicata allo studio della poesia contemporanea e poco conosciuta. Attratta anche dalle sonorità della poesia dialettale, ho organizzato presentazioni di libri ed autori. Faccio parte di associazioni letterarie e musicali e nel 2017 ho fondato, assieme ad altri Soci Fondatori, l’Associazione “Accademia Edizioni ed Eventi” per la quale scrivo su SCREPmagazine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui