Erotismo e Pornografia

Erotismo e pornografia sono due differenti modi di esprimere la sessualità.

Sembrerebbe non facile fare una distinzione, poichè esiste una separazione non netta, ma sottile, probabilmente non assoluta.

L’erotismo, o meglio la dimensione umana dell’eros, parte da pulsioni la cui origine deriva da molto lontano, addirittura da segnali che sembra non abbiano alcuna attinenza con la sfera sessuale.

Capita che sia bastevole un profumo oppure la lettura di un verso poetico perchè si inneschino una serie di reazioni a catena incontrollabili, che in un battibaleno provocano un terremoto di emozioni.

Ciò perchè l’erotismo ha un suo protocollo d’azione, chiama in causa la fantasia, si serve di immagini simboliche, quindi di sensazioni visive, di sensazioni uditive, etc.

Il suo obiettivo è il raggiungimento di un piacere e di una bellezza che non sono mai fini a se stessi, ma piuttosto un modo per liberarsi dai limiti, dai condizionamenti di una sessualità, vista come realizzazione dell’istintività.

Naturalmente a questo punto è facile intuire come questo  discorso porti direttamente alla pornografia.

Diciamo subito che l’etimologia della parola pornografia deriva dal greco (“pornè”, prostituzione e “grafèn”, scrittura) e rappresenta la sessualità vissuta come appagamento dei sensi senza alcun coinvolgimento sentimentale.

La pornografia uccide l’erotismo, lo sveste di quell’eleganza recondita che accende il desiderio, cristallizzandolo, mortificandolo, trascinandolo in una dissolutezza, nella sua stessa mercificazione.

La pornografia è una sessualità scontata, che ha smarrito l’elemento sorprendente, fantasioso, romantico.

L’erotismo si nutre di curiosità.

La pornografia è in balia della sua monotonia.

Articolo precedenteLa casa di carta
Articolo successivoIn bocca al lupo
Piera Messinese
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui