EDGAR DEGAS
Francia, 1834- 1917
Autoritratto, olio su carta 26 x 20 cm.

Degas, come tutti sapete, ritrasse il mondo del balletto e del teatro suscitando emozioni in tutta Europa, ma fu anche uno straordinario disegnatore e ritrattista.

Tra il 1854 e il 1864 Degas realizzò una quarantina di autoritratti.

Era un periodo molto fertile in cui l’artista francese studiava avidamente le opere degli antichi maestri.

Come tutti i grandi e famosi impressionisti quasi nessuno di questi autoritratti fu venduto: la maggior parte di essi rimase nel suo studio fino alla morte, avvenuta nel 1917.

Probabilmente Degas si cimentò nell’autoritratto, anche questo di piccole dimensioni, per confrontarsi con precedenti illustri come Rembrandt e Ingres.

La composizione, estremamente compatta, fa si che la nostra attenzione si focalizzi tutta sul volto di Degas; il suo sguardo, fisso su di noi, sembra invitarci ad approfondire la sua conoscenza.

Con “cappello bohèmien“, molto in voga nella “Parigi bene“, il fazzoletto arancio e la barba folta è in una fase cruciale della sua evoluzione nonostante la giovanissima età.

Degas dipinse questo autoritratto, tecnica solitamente impiegata per schizzi preparatori e disegni di studio, all’età di ventitre anni.

L’arte non é ciò che vedi, ma ciò che fai vedere agli altri
Edgar Degas

Bruno Vergani

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui