È tutta colpa delle stelle?

112645

E’ tutta colpa delle stelle?

Il desiderio di poter prevedere il futuro risale a tempi remoti. Sia in Oriente che in Occidente indovini, sacerdoti, maghi e astrologi predicono il futuro interpretando eventi atmosferici, comete e moto degli astri, i comportamenti animali, i sogni.

Ma è difficile determinare in modo preciso gli eventi e anche se nel caso del coronavirus, gli astrologi sospettano che l’epidemia fosse in qualche modo già prevista nelle stelle. L’opinione più diffusa in questo momento a riguardo è quella del celebre Tommaso d’Aquino, “astra inclinant, non necessitant“, che significa che gli astri suggeriscono la propensione affinché un episodio accada, ma non vuol dire che accade per forza.

Chi studia le stelle sembra che avesse già visto cosa ci fosse nel quadro astrale della Cina, e dell’Italia in particolare, una prova molto dura da sostenere in questo inizio di decennio.

Ci sono alcuni quadri astrali che suggeriscono l’allarme pandemico del 2020. Ad esempio, Urano si trova ora in Toro sulla Luna in Scorpione del nostro paese, in opposizione quindi in aspetto negativo. Considerando che Urano è in sesta casa, quella della salute e la Luna in dodicesima, quella della solitudine, si può arrivare alla conclusione di un’emergenza sanitaria in atto che isola le persone.

Ma l’aspetto più rilevante dell’attuale cielo astrale, è sicuramente la congiunzione Saturno-Plutone, una congiunzione rara (la precedente è stata nel 1982 nel segno Bilancia, la prossima ci sarà nel 2053 nel segno dei Pesci).

A questa congiunzione, nel passato, venivano attribuiti cambiamenti di un certo rilievo per l’umanità, come diluvi o carestie mondiali. Insomma un mutamento. E a questa congiunzione si accompagna anche Giove. Già questo aspetto di Giove-Saturno si è verificato in passato per eventi che hanno segnato la nostra storia tanto che Keplero in base agli aspetti di questi due pianeti, arrivò a stabilire la data di nascita di Gesù.

I due pianeti Giove e Saturno si trovano ora in Capricorno, nonostante Giove venga considerato pianeta della fortuna, non bisogna dimenticare che la sua posizione in Capricorno non è “delle migliori”.

Astrologicamente, si chiama “caduta“: qui il pianeta del benessere, dell’accrescimento biologico si manifesta nei modi meno desiderabili e va ad accentuare la durezza e l’intransigenza create negli ultimi due anni dalla congiunzione di Saturno con Plutone nel Capricorno.

Il mese prossimo, a questi pianeti, andrà ad affiancarsi anche Marte: in Capricorno, si troveranno quindi Marte, Saturno, Giove e Plutone.

Predomina un senso di severità, di durezza, anche di una situazione di ‘guerra’.

A questo ‘stellium’ cioè concentrazione di pianeti, risalta il trigono quindi un aspetto positivo di Urano in Toro. Questo pianeta simboleggia l’imprevisto, perciò assolutamente compatibile con l’arrivo di un virus. Se torniamo indietro nel tempo, ritroviamo Saturno in una posizione negativa anche in altre circostanze ad esempio, durante l’ondata di peste del 1680.

Sono molti gli esempi che potrei riportare ma epidemie a parte, c’è un aspetto più significativo negli astri per come sono posizionati ora, la presenza di Giove indica anche una difficoltà economica.

E, a sua volta, Plutone si trovava in Capricorno durante la crisi economica del 2008 e ancor prima nel 1929, ai tempi della Grande Depressione.

Nella situazione italiana, spicca una piccola curiosità: lo ‘stellium’ di pianeti in Capricorno è in opposizione al Cancro. Secondo l’astrologia politica, Milano è del segno del Cancro. Si spiegherebbe così il suo coinvolgimento in prima persona del primo focolaio di epidemia.

Stando sempre a quanto ci suggeriscono le stelle, la situazione migliorerà, tutti questi pianeti in Capricorno in trigono ad Urano, ci invitano comunque a guardare al futuro.
Giove e Saturno dopo esser stati in congiunzione in un segno di Terra, si posizioneranno in Acquario e questo potrebbe significare anche un momento importante per il mondo della scienza e delle scoperte la possibilità di un vaccino.

L’Acquario è un segno anticonformista per eccellenza ma è anche portatore di Acqua simbolo della Vita, simbolo di fratellanza e di ideali umanitari. Giove, a sua volta proteggerà nuove invenzioni, esperimenti scientifici.

Insomma, l’astrologia ci suggerisce di non fasciarci la testa perchè riusciremo a sconfiggere il coronavirus.

Ma non solo gli astrologi hanno previsto la pandemia da CORONAVIRUS.

Baba Vanga anche detta Nosatradamus dei Balcani ha predetto la fine dell’Europa nel 2020 insieme ad altri orribili avvenimenti. Il vero nome di Baba Vanga era Vangelia Pandeva Dimitrova, nacque in Macedonia nel 1911 e perse la vista a 12 anni a causa di un tornado. Dopo aver perso la vista iniziarono le sue visioni e la donna iniziò a profetizzare eventi e catastrofi poi successe. La veggente poteva leggere nel pensiero e prevedere il futuro. La donna è deceduta nel 1996 in Bulgaria.

Le profezie si sono avverate nell’85% dei casi, parzialmente o totalmente.

Ecco alcune delle più famose e tragiche profezie che la veggente aveva annunciato:

  • negli anni ’50 ha predetto lo tsunami del 2004 e il riscaldamento globale
  • nel 1980 ha predetto la catastrofe del sottomarino Kursk del 2000
  • nel 1989 ha predetto la caduta delle torri gemelle del Settembre 2011
  • ha predetto l’avvento della Primavera Araba del 2010 e perciò anche la nascita dell’ISIS
  • Baba Vanga ha predetto la distruzione dell’Europa nel 2020.

La profetessa cieca nel 1970 ha predetto che l’Europa, dopo la Brexit a causa della recessione, arriverà alla fine della sua esistenza per i disastrosi eventi del 2020.

In una spettrale predizione del lockdown, Vanga affermò che nel 2020 l’Europa affronterà così tante difficili situazioni da diventare “una terra desolata priva di forme di vita”.

La veggente aveva annunciato anche che saremmo stati invasi da un potente ente patogeno, infatti rivelò “la corona scenderà su di noi”.

Secondo Baba Vanga sarà un anno difficile sia per il Presidente russo Vladimir Putin che per quello americano Donald Trump. Il primo cadrà vittima di una congiura di palazzo. Il secondo invece, avrà, seri problemi di salute: dapprima verrà colpito da una malattia che lo renderà sordo e poi gli verrà diagnosticato un tumore al cervello.

Ma anche Nostradamus ha predetto un anno molto violento e critico sia per il Presidente russo che per quello americano.

Stando alle sue profezie, il Presidente Vladimir Putin verrà tradito e ucciso da qualcuno a lui molto vicino, mentre Donald Trump soffrirà di una malattia misteriosa e un membro della sua famiglia sarà vittima di incidente stradale.

Il coronavirus è stato previsto da Nostradamus.

Nelle sue criptiche quartine del Cinquecento Nostradamus avrebbe messo in guardia il mondo da una grande pestilenza imminente. Il passaggio recita:

la grande piaga della città marittima non cesserà fino a quando non sarà vendicata la morte del giusto sangue”.

Nelle sue quartine usa parole vaghe, metafore, riferimenti oscuri. Inoltre i suoi scritti sono stati oggetto di traduzioni e interpretazioni diverse.

Anche gli studiosi di Nostradamus non sono d’accordo sul significato e l’interpretazione da dare ai suoi testi. I testi di Nostradamus sono così criptici che chiunque nei secoli ci ha letto quello che ha voluto. Nonostante tutto, da oltre 400 anni le profezie di Nostradamus continuano ad affascinare il mondo intero, ma queste predizioni fatte non hanno alcuna validità scientifica.

Ma noi non ne siamo poi convinti.

Angela Amendola

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here