I cuori che ardono

come stelle lucenti

per l’amore di una dea

che dà la vita.

Sol nel ventre

che accolse eroi, santi,

grandi uomini,

ed anche impostori,

mi sento sicuro

e protetto,

in attesa di quel vagito,

il primo sorso d’aria

che come un tenero bacio

mi inizia al cammino della vita.

E intanto tu

mi tieni la piccola mano

e con quella bocca

che poc’anzi urlava

mi sussurri parole d’amore.

Ci siamo divisi,

ora siam due,

eppur sento la mia anima

appartenerti.

Come un tenero scrigno

che contiene tesori nascosti

mi hai accolto in te,

e quella gemma preziosa

che tanto ami

ora si muove libera nel mondo,

muovendo ogni passo

con lo sguardo all’orizzonte,

con te alle mie spalle

che mi segui come un’ombra.

E mi aiuti,

intervieni

o osservi in silenzio

la mia grande avventura…

A tutte le madri.

Che danno la vita.

Ci fanno nascere.

Ci crescono.

Ci amano.

Ci aiutano a rialzarci quando cadiamo

e a riprendere il nostro cammino.

Arsenio Siani

Articolo precedenteL’eterno ritorno dell’uguale e l’attimo immenso – parte seconda
Articolo successivo“Ricchi e poveri d’estate” di Alberto Moravia
Arsenio Siani
Mi chiamo Arsenio Siani, sono un counselor, scrittore e docente di corsi di scrittura creativa. La passione per le pratiche di trasformazione ed evoluzione interiore mi ha condotto a frequentare una scuola di counseling. Parallelamente il mio percorso ha visto un’evoluzione e una crescita interiore grazie alla scrittura, dapprima erano pensieri sparpagliati e confusi riversati su fogli di carta, poi la mia mente e la mia anima hanno cominciato a concepire storie, racconti di vita partoriti da sogni, desideri, rimpianti e speranze. Un ascolto dei miei sentimenti e delle mie emozioni che mi ha portato a scrivere cinque romanzi in meno di tre anni e innumerevoli racconti. Nel 2016 ho accettato anche la sfida di diventare docente per corsi di scrittura creativa presso l’Università popolare di Siena, dove vivo da 12 anni. Nel 2017 ho iniziato la mia collaborazione con “Accademia” curando due rubriche per la rivista “Screpmagazine”, una dedicata al benessere psicologico e l’altra alla violenza sulle donne. Proprio da quest’ultima esperienza nasce una mia nuova pubblicazione, “Quello che le donne non dicono”, in cui vengono raccolti gli articoli, rielaborati per l’occasione, comparsi sulla rubrica, per Titani editori, pubblicato nel marzo 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui