A distanza di alcuni mesi dal Festival di Sanremo, ci sono canzoni che si ascoltano quasi giornalmente in radio e alcune vengono da me rivalutate dopo averle riascoltate attentamente, e una di queste è quella cantata da Irama: La ragazza con il cuore di latta.

La ragazza con il cuore di latta di Irama.

Fare l’amore è così facile credo
Amare una persona fragile meno
Linda è cresciuta con un cuore che non batte a tempo
E quando era piccola sognava di aggiustarsi dentro
Diceva di essere diversa

Cercava le farfalle lì appoggiata alla finestra
Vedeva i suoi compagni che correvano in cortile
E lei che non poteva si sedeva e ci pensava bene a cosa dire
E se ogni tanto le chiedevo come mai non giochi
Diceva siediti qui affianco ed indicava su
Io in quella nuvola ci vedo solo un cuore vero
Perché il mio a volte si dimentica e non batte più
Così cercando di salvarla
A sedici anni il suo papà le regalò un cuore di latta
Però rubò il suo vero cuore con freddezza
In cambio della vita
E non lo senti che

Questo cuore già batte per tutti e due
Che il dolore che hai addosso non passa più
Ma non sei più da sola ora siamo in due
Io ci sarò comunque vada
Ci sarò comunque vada
Fare l’amore è così facile credo
Amare una persona fragile meno
Linda è cresciuta così in fretta da truccarsi presto
Talmente in fretta che suo padre non fu più lo stesso
A scuola nascondeva i lividi
A volte la picchiava e le gridava soddisfatta

Linda sentiva i brividi quando quel verme entrava in casa sbronzo
E si toglieva come prima cosa solo la cravatta
E se ogni tanto le chiedevo come mai non esci
Diceva siediti qui affianco ed indicava su
Io in quella nuvola ci vedo solo un cuore vero
Adesso dimmi in quella accanto cosa vedi tu
Ma chi ha sofferto non dimentica
Può solo condividerlo se incrocia un’altra strada
Per ragazza più bella del mondo con il cuore di latta
Sappi che io ci sarò
Comunque vada
E non lo senti che

Questo cuore già batte per tutti e due
Che il dolore che hai addosso non passa più
Ma non sei più da sola ora siamo in due
Io ci sarò comunque vada
Ci sarò comunque vada
Fare l’amore è così facile credo
Amare una persona fragile meno
Linda è cresciuta con un cuore che non batte a tempo
Ma adesso dentro la sua pancia batte un cuore in più
E non lo senti che
Questo cuore già batte per tutti e due
Che il dolore che hai addosso non passa più
Ma non sei più da sola ora siamo in due
Io ci sarò comunque vada
Ci sarò comunque vada…

il giovane cantante, vincitore della diciassettesima edizione di Amici di Maria de Filippi, ha partecipato al Festival di Sanremo con la canzone intitolata La ragazza col cuore di latta, un brano importante che parla degli abusi, subiti da una sedicenne, da parte di un padre violento. Irama ha già partecipato al Festival nel 2016, tra le nuove proposte. Due anni dopo arriva la vittoria di Amici che lo lancia ufficialmente nel panorama nazionale. La ragazza con il cuore di latta ha un testo molto forte, affronta il tema degli abusi e della violenza familiare, argomento, di grande attualità. Protagonista del brano è una ragazza di 16 anni che non riesce a vivere serenamente la sua vita perché vittima del padre che la maltratta e abusa di lei. L’unico modo per sopravvivere è grazie a “un cuore di latta”. Tanta sofferenza, ma anche una speranza alla fine per questa ragazza.

La canzone parla della storia di Martina Nasoni. 

Ma chi è Martina Nasoni? La 21enne è originaria di Terni ed ha conseguito il diploma al liceo artistico. Lavora come modella, è single ed ha da sempre il sogno di sfondare nel mondo dello spettacolo. Dopo aver partecipato a Miss Umbria e Miss Italia, Martina è entrata a far parte del cast del Grande Fratello 16

Angela Amendola 

Articolo precedenteIl significato delle Case astrologiche
Articolo successivoTorino 9-13 Maggio
Angela Amendola
Mi chiamo Angela Amendola e vivo in Calabria dove sono nata. Appassionata di letteratura, poesia, musica ed in genere di tutte le espressioni artistiche , mi sono dedicata allo studio della poesia contemporanea e poco conosciuta. Attratta anche dalle sonorità della poesia dialettale, ho organizzato presentazioni di libri ed autori. Faccio parte di associazioni letterarie e musicali e nel 2017 ho fondato, assieme ad altri Soci Fondatori, l’Associazione “Accademia Edizioni ed Eventi” per la quale scrivo su SCREPmagazine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui