Ho preso l’abitudine di camminare.

Faccio lunghe camminate a piedi per Roma e osservo.

Nella Capitale ci sta davvero molto da osservare; non esiste angolo che non riesca ad affascinare sia perché denso di storia e di bellezze monumentali sia perché colmo di “varia umanità”.

Così fra Chiese, musei, templi, egiziani lavamacchine e pizzaioli, bidoni stracolmi di spazzatura maleodorante, “trucidi” pieni di tatuaggi, piante che prosperano spontanee lungo ogni strada noncuranti del traffico e boutiques di Via del Babbuino, mi interrogo dove stia andando questa Umanità specie Italiana.

E passeggia oggi, passeggia domani, fatti ben più di 40 km a piedi nella settimana appena trascorsa (almeno così riferisce il mio smartphone), ecco gli argomenti di fondamentale importanza che, a mio avviso, meritano una sana riflessione.

Li ho raggruppati in 10 “cluster” elencati a caso e non certamente in ordine di importanza:

Cluster n° 1: GIOVANI

ADOLESCENZA, AMICIZIA, BALORDI, BULLISMO, DROGA, IL GRANDE INGANNO DEL WEB, TELEFONINO: CROCE E DELIZIA

SOCIETÀ DI RABBIOSI, LO STRESS

IGIENE, GRAFFITARI, DECORO URBANO E PERSONALE

MODAIOLI

NAZISKIN, XENOFOBIA, ANTISEMITISMO, IL BRANCO

Cluster n° 2: FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA NELLA SOCIETA’ CONTEMPORANEA

BUONI GENITORI SI NASCE O SI DIVENTA?

EDUCAZIONE CIVICA

EDUCAZIONE E MONDO GIOVANILE
EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITÀ

EDUCAZIONE AI VALORI

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ

EDUCAZIONE ALIMENTARE
EDUCAZIONE STRADALE
EDUCAZIONE STRADALE PER I PEDONI

Cluster n° 3: FORMAZIONE E LAVORO

LA SCUOLA

L’EDUCAZIONE AL LAVORO E ALLA IMPRESA

IL DEBITO PUBBLICO, LE TASSE

Cluster n° 4: I MALI DEL NOSTRO TEMPO

ALCOLISMO E TABAGISMO, ANORESSIA E BULIMIA,

DEPRESSIONE

GLI SCARTI DI QUESTA SOCIETA’: I CLOCHARD

DIRITTI UMANI

RAZZISMO

TERRORISMO E LA PAURA GLOBALE

LO SFRUTTAMENTO DEL PIANETE A LA FAME NEL MONDO

IMMIGRAZIONE

IMPORTANZA DELLA PACE

Cluster n° 5: L’AMBIENTE

INQUINAMENTO

SMALTIMENTO E RICICLAGGIO DEI RIFIUTI

SPRECO

SVILUPPO SOSTENIBILE E FONTI ENERGETICHE

CATASTROFI NATURALI, DEFORESTAZIONE, DISSESTO IDROGEOLOGICO DEL TERRITORIO ITALIANO, ECOLOGIA

EMERGENZA ACQUA

EMERGENZA CLIMA
EMERGENZA TERREMOTO

Cluster n° 6: ETICA E VITA UMANA

DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI
BIOETICA

OGM, CIBO

Cluster n° 7: INFORMAZIONE CORRETTA

CORRETTA INFORMAZIONE: TV, CINEMA, GIORNALI, WEB
PUBBLICITÀ

LIBERTÀ DI STAMPA

OPINIONE E CONOSCENZA

Cluster n° 8: LA SOCIETA’ ORGANIZZATA

LE SOCIETA’ NEL MONDO E LA SOCIETA’ ITALIANA

L’ITALIA E IL CONCETTO DI PATRIA

UNIONE EUROPEA

LE ORGANIZZAZIONI SOVRANAZIONALI

Cluster n° 9: VIOLENZA

ORGANIZZAZIONI CRIMINALI
PEDOFILIA
VIOLENZA CONTRO LE DONNE

CONDIZIONE FEMMINILE
VIOLENZA CONTRO I MINORI

VIOLENZA METROPOLITANA

Cluster n° 10: IL TEMPO

STORIA, ARTE E CULTURA

LA MUSICA, LO SPORT E IL TEMPO LIBERO

IL VOLONTARIATO

TERZA ETÀ

Come ovvio l’elenco non è esaustivo ma nasce come tentativo per rimettere dei tasselli a posto in modo da capire dove – purtroppo o per fortuna – stiamo andando.

Insomma camminando per Roma si tocca nel concreto il degrado della società italiana ed urbano con spazzatura non raccolta e maleodorante non solo presso i cassonetti ma anche ai bordi e nelle strade. Fortunatamente il clima è diventato più fresco altrimenti ci sarebbero seri problemi di igiene.

Non solo. Dopo una certa ora molti negozi buttano il cibo non venduto mentre agli angoli più insoliti “veri e propri relitti umani” dormono sporchi fra cartoni e carrellini pieni di cianfrusaglie.

Non di rado si trovano monumenti anche importanti pieni di erbacce e sporcati, segnali stradali, muri delle metro con scritte, “opere spray spontanee” e l’immancabile GECO…scritto, dipinto, attaccato…

La stazione Tiburtina e non solo è diventata ricettacolo di gruppi di varie etnie e nazionalità che si ritrovano, anche sistemando “salottini improvvisati” sotto i cavalcavia della tangenziale, e consumano litri e litri di birra senza ovviamente preoccuparsi di depositare nel bidone del vetro le bottiglie vuote.

Per non parlare del recente episodio di violenza in cui ha perso la vita un vigilante accoltellato oppure delle furiosa lite scoppiata a Termini dove un marocchino musulmano ha accoltellato un clochard perché aveva indosso un crocifisso.

Il traffico romano è diventato un “evento spontaneo” dove chiunque fa quello che vuole senza alcun rispetto di segnali, semafori, strisce e pedoni i quali, questi ultimi, anche loro, in una lotta continua col traffico, ormai si “diffondono osmoticamente fra i veicoli” generando un simpatico quadretto entropico…e ogni tanto un motorino rimane a terra…ovviamente!

Difficile se non impossibile incrociare gli occhi di qualcuno tutti ormai con la testa china sul cellulare a ridere, urlare e anche piangere indipendentemente dal luogo in cui ciò accade oppure con una birra in mano, corpi indefiniti fra selve di tatuaggi e immancabili short che lasciano chiaramente e generosamente intravedere “porzioni di femminili chiappe”.

E poi frotte di universitari in uscita dalle lezioni della Sapienza che parlano di prof, di esami passati “per botta di c…”, di lavoro che manca e di inevitabile esperienza all’estero con possibilità, magari, di rimanerci pure perchè “lì tutto funziona meglio”.

Ma questi almeno sono, in generale, più educati e si alzano in tram cedendo il posto a persone più anziane…cosa che non sempre accade.

E parlano di stress, di rabbia, di depressione, di diete come se nulla fosse: ormai tutto è stress! Anche attraversare un passaggio pedonale “è uno stress”!!!

Nella mia farmacia dove normalmente mi servo, vanno alla grande integratori, ansiolitici e antidepressivi…file e file di gente in coda…nemmeno al supermercato.

Non ha senso continuare però mi sono alla fine chiesto quale potrebbe essere la “radice prima” di tutto questo.

Non ho una risposta ma di certo pare che “Dio sia morto”!

Un “qualunque Dio” dona ad un essere umano un riferimento alto, un “qualcuno” da pregare, di cui aver timore, che “detta regole universali” note a tutti e che tutti devono rispettare non tanto per il benessere e la salvezza dell’altro ma per la propria salvezza nel “mondo oltre questo”.

Per adesso mi fermo qui e nei prossimi editoriali cercherò di approfondire ogni CLUSTER.

Vi invito quindi a rimanere connessi e a partecipare alla discussione … grazie e vi lascio con un brano di tanti tanti anni fa:

https://www.youtube.com/watch?v=gqHN0zqgUNI

Articolo precedenteSOS: Missione Didattica!
Articolo successivoIl mio avatar digitale
Pino De Nicola
Mi chiamo Giuseppe De Nicola (per gli amici "Pino") e sono un ingegnere. Nella mia vita, lavorativa e non, ho avuto molte esperienze e tutte mi hanno convinto di due cose semplici: “da soli non si va da nessuna parte” e “non aspettare che gli altri facciano per te… anzi”. Proprio da queste convinzioni nasce (anche e non solo) “SCREPmagazine”, un luogo virtuale in cui ci si ritrova per stare insieme e per condividere passioni, di qualsiasi genere ma tutte legate sempre e comunque dal “filo rosso” del rispetto, della collaborazione, della cultura, del "mettersi in gioco" e del talento…

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui