di Francesco Mandelli con Francesca Giordano e Yan Shevchenko

Candida ( una bravissima Francesca Giordano) è una ragazzina allegra e gioiosa che vive a Palermo;  orfana di madre, si trasferisce col padre a Torino per motivi di lavoro. L’impatto con il nuovo contesto sociale, più urbano e settentrionale, non sarà facile per Candida. La nuova scuola, i ragazzini che la prendono immediatamente di mira per il suo marcato accento meridionale e la sua fisicità contribuiscono a creare situazioni di spiacevole bullismo. Accanto a lei, Jacopo, un ragazzino introverso, anche lui preso di mira nella nuova scuola. Con la sua solarità e la sua forza caratteriale Candida saprà cambiare però la situazione a suo favore.

Presentato in anteprima alla scorsa  edizione di Alice nella Città, al Festival di Roma 2018,  arriva oggi nei cinema questa storia raccontata tra i banchi di scuola.  Il titolo si richiama ad una canzone di Shade, idolo di Candida, e fa riferimento alla miriade di stati d’animo con cui convivono i ragazzini di oggi. Dall’estasi più grande alla delusione più cocente, in una frazione di secondo è così facile passare uno dall’altro e con lo stesso entusiasmo o la stessa pena vivere le emozioni più superficiali o quelle più importanti, come la perdita di un genitore.

Sullo sfondo, il mondo “temibile” degli adolescenti di oggi, della necessità di appartenenza al gruppo, dell’orgoglio dell’individualità e soprattutto la piaga del bullismo odierno che assume i pericolosi contorni della beffa di massa a causa dei social.

Sicuramente Candida è forte, ha la risposta pronta e un sorriso che annienta, ma accanto a a lei c’è anche chi, come Jacopo, non sa difendersi e soffre in silenzio.   L’amicizia tra loro sarà la magia, l’incantesimo buono che spazzerà via l’impotenza rendendo l’umiliazione più sopportabile.

Un messaggio importante quello del film di Mandelli, sempre più attuale e necessario nell’era Instagram e Facebook, dove la parodia si allarga e diventa “virale” e  dove il bullismo Cyber si fa sempre più pericoloso; uno scenario che davvero  non si può più ignorare.

Sandra Orlando

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui